Fare una copia fronte e retro della presente domanda ed applicare una marca da bollo da € 14,62.
 

AL QUESTORE DELLA PROVINCIA DI MILANO
OGGETTO: DOMANDA DI NULLA OSTA AL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

Legge n° 286/98 articolo 29, così come modificata dalla Legge n° 189 del 30/07/2002 articolo 23 e Regolamento d’Attuazione DPR 334/2004 recante modifiche e integrazioni al DPR 394/99.
Il/la sottoscritto/a
(cognome)__________________________(nome)_______________________________________
Surname/nom name/prénom
nato/a il _______________a__________________ cittadino/a______________________________
date of birth/date de naissance/ place of birth/lieu de naissance citizen/nazionalité
consapevole delle sanzioni penali previste per il caso di dichiarazione mendace, così come stabilito dall’art. 76 D.P.R. 445/2000 dichiara di:
essere residente a _________________________ Via/P.zza ________________________ n° ____
residence/lieu de residonce address/addrèsse
titolare di permesso/carta di soggiorno n° _____________ rilasciato/a da _______________----___
permit of stay/permis de soujours issued by/relaxè par
il_______________ per motivo _____________________, con scadenza il ___________________
date of issue/lè raisonof issued/mòtivations valid until/jusq’à
professione ____________________________________, cod. fisc. _________________________
occupation/travail
N° telefono ______________ Dichiara di convivere in Italia con i seguenti congiunti
______________________
telephon number/numero du telephon I declare to live in Italy with my family/declare de vivre en Italie avec les parents
chiede il rilascio del NULLA OSTA al ricongiungimento familiare in favore dei seguenti
congiunti:
1. Cognome ___________________________________ Nome ___________________________________
data di nascita _______________ parentela ___________________ residenza _____________________
2. Cognome ___________________________________ Nome ___________________________________
data di nascita _______________ parentela ___________________ residenza _____________________
3. Cognome ___________________________________ Nome ___________________________________
data di nascita _______________ parentela ___________________ residenza _____________________
4. Cognome ___________________________________ Nome ___________________________________
data di nascita _______________ parentela ___________________ residenza _____________________
5. Cognome ___________________________________ Nome ___________________________________
data di nascita _______________ parentela ___________________ residenza _________--___________
Rappresentanza diplomatica Italiana dove ritirare il visto: ______________________
Embassy-consulate in the place of birth/rapprasentance diplomatique dans le pays de naissance
ATTENZIONE! Si possono ricongiungere solamente: coniuge non legalmente separato, figli minori non coniugati,
ovvero legalmente separati, figli maggiori totalmente invalidi, genitori a carico qualora non abbiano altri figli nel paese di origine o di provenienza; nel caso in cui i genitori abbiano un’età superiore a 65 anni è possibile effettuare ricongiungimento qualora gli altri figli nel paese di origine siano imPossibilità ati al loro sostentamento per gravi motivi di salute.
Informativa ai sensi dell’art. 10 della legge n. 675/1996: i dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni vigenti ai fini del procedimento per il quale sono richiesti e verranno utilizzati esclusivamente per tale scopo.
NULLA OSTA RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE
DOCUMENTI DA ALLEGARE IN DUPLICE COPIA CON ORIGINALI IN VISIONE1
1 Ai sensi dell’art.29, c.3, T.U. D.L.gv 286/98 per i rifugiati politici si prescinde dai requisiti della idoneità alloggiativa e dal possesso di un reddito.
1) Passaporto e copia del permesso di soggiorno o carta di soggiorno
2) n° 2 fotocopie dei passaporti dei familiari da ricongiungere;
3) documentazione attestante i rapporti di parentela (coniugio e rapporti di filiazione), la minore età, stato di famiglia (i cittadini degli Stati che non prevedono nella loro legislazione interna tale documento possono produrre certificazione equipollente), legalizzata dall’autorità consolare italiana del paese di provenienza, che provvede alla sua validazione. Tale documentazione dev’essere corredata da traduzione in lingua italiana vistata anch’essa dall’autorità consolare italiana del paese di origine dello straniero, che ne attesta la conformità all’originale;
4) attestazione comunale che l’alloggio di cui il richiedente dispone, a qualsiasi titolo, rientra ei parametri minimi previsti dalla Legge Regionale per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica (attestazione di idoneità alloggiativa), o certificato di idoneità igienico sanitaria rilasciato dalla A.S.L. In caso di ricongiungimento di minori di anni 14 questa documentazione può essere sostituita da una dichiarazione di consenso del titolare dell’alloggio in cui il minore dimorerà (si tratta dei casi in cui il richiedente occupa una porzione dell’alloggio che ospita il datore di lavoro), con allegata la fotocopia di un suo documento d’identità, valido. Al certificato di idoneità alloggiativa va allegato il contratto di locazione, il contratto di comodato d’uso gratuito oppure il rogito notarile regolarmente registrati .
5) certificato di residenza e stato di famiglia o autocertificazione;
6) Nr. 1 marca da bollo da Euro 14,62.;
Ulteriori Documenti richiesti ai Lavoratori Subordinati
7) dichiarazione recente del datore di lavoro, dalla quale risulti l’attualità del rapporto di lavoro, natura dello stesso, trattamento retributivo mensile e durata, con allegata la fotocopia del documento d’identità di quest’ultimo valido. In caso di cambio del datore di lavoro, alla dichiarazione va allegata copia del contratto di soggiorno per lavoro subordinato oppure della ricevuta di ritorno, nei casi di trasmissione per posta, entrambi devono, comunque, recare il timbro della Prefettura –U.T.G.-. Tale documentazione non è necessaria per i rifugiati politici.
8) modello CUD o dichiarazione dei redditi (modello Unico), munita della ricevuta di avvenuta presentazione all’Ufficio delle Entrate ed ultima busta paga (esclusi rifugiati politici) .
Ulteriori Documenti richiesti ai Collaboratori Familiari
7) dichiarazione recente del datore di lavoro contenente l’ indicazione della data di assunzione, delle mansioni, ore lavorative mensili, e reddito mensile, nonché fotocopia del documento d’identità di quest’ultimo valido
8) ricevuta di denuncia del rapporto di lavoro domestico all’I.N.P.S., solo nel caso in cui è cambiato il datore di lavoro.
9)Ultimi due bollettini di versamento dei contributi INPS.
Ulteriori Documenti richiesti ai Lavoratori Autonomi, professionisti e titolari di reddito proveniente da fonti lecite diverse da lavoro
Per i lavoratori autonomi:
7) Visura della Camera di Commercio, oppure iscrizione in registri o albi. Tale documentazione va richiesta solo per quelle attività iscrivibile alla Camera di Commercio, registro o albi.
8) Partita IVA e dichiarazione dei redditi con avvenuta presentazione all’Ufficio delle Entrate. Nel caso non si fosse prodotta l’ultima dichiarazione dei redditi, allegare una relazione contabile redatta da un ragioniere commercialista o da un dottore commercialista iscritto all’albo, con copia della tessera di appartenenza all’ordine.
Per i Contratti di Collaborazione Coordinata e Continuativa (Co.Co.Co.):
7) Contratto sottoscritto dalle parti e iscrizione alla gestione separata I.N.P.S .
8) dichiarazione recente del datore di lavoro, dalla quale risulti l’attualità del rapporto di lavoro, natura dello stesso, trattamento retributivo mensile e durata, con allegata la fotocopia del documento d’identità di quest’ultimo valido.
9) modello CUD o dichiarazione dei redditi (modello Unico), munita della ricevuta di avvenuta presentazione all’Ufficio delle Entrate ed ultima busta paga.
Per i soci lavoratori di cooperative:
7) Fotocopia del frontespizio e pagina del libro soci e matricola ove è iscritto il socio lavoratore, con timbro in originale e firma dal legale rappresentante della societàà;
8) dichiarazione recente del datore di lavoro, dalla quale risulti l’attualità del rapporto di lavoro, natura dello stesso, trattamento retributivo mensile e durata, con allegata la fotocopia del documento d’identità di quest’ultimo valido.
9) modello CUD o dichiarazione dei redditi (modello Unico), munita della ricevuta di avvenuta presentazione all’Ufficio delle Entrate ed ultima busta paga.
FIRMA DEL RICHIEDENTE
Milano, lì _____________________ __________________________________
Informazioni per il richiedente
** Se il richiedente dimora presso parenti o è cointestatario dell’alloggio, allegare la dichiarazione del titolare o degli altri cointestari, con il quale si esprima il consenso al ricongiungimento dei familiari. Nella stessa deve, inoltre, deve essere precisata la porzione dell’alloggio messa a disposizione a tal fine, allegando copia del documento d’identità valido.
SI PRECISA CHE : per il ricongiungimento di un solo familiare il reddito annuo già percepito derivante da fonti lecite non deve essere inferiore a Euro 4.874,61; per due o tre familiari il doppio di tale reddito; il triplo per quattro o più familiari. D.P.R. n.445/2000, Art. 75 (Decadenza dai benefici) 1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 76, qualora dal controllo di cui all'articolo 71 emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
Art. 76 (Norme penali) “Chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti da presente testo unico è punito ai sensi del codice penali e delle leggi speciali in materia”.
Milano gennaio 2006

FaceBook