Comunicato Stampa 

Licenziamenti Océ e BMG Ricordi: anche il secondo incontro in Unione Grafici non ha prodotto ancora alcun risultato utile. La direzione ha confermato che non ci sono alternative ai 6 licenziamenti. 
Da lunedì i lavoratori verrebbero posti in ferie forzate. BMG Ricordi tramite il suo ufficio legale fa sapere che le scelte di Ocè dei licenziamenti “non possono in alcun modo essere a noi imputate o ricondotte”. 
La CUB Informazione, i lavoratori coinvolti dalla procedura e i lavoratori BMG Ricordi sanno che il lavoro continuerà negli stessi uffici con altri addetti e quindi qualche nesso ci deve essere. Non possono bastare motivazioni generiche al gruppo Océ che ha due aziende in Italia con oltre 700 addetti e non riesce a trovare possibili soluzioni alternative ai 6 licenziamenti.  
Perciò è stato deciso di respingere al mittente le ferie forzate e di continuare le iniziative di protesta. 
Lunedì mattina i 6 lavoratori (di cui tre invalidi gravi) si presenteranno al lavoro normalmente in via Berchet 2 a Milano. 
E poi eventualmente si andrà anche alla BMG Ricordi di Sesto Ulteriano e alla Ocè di Cernusco sul Naviglio. 
E’ previsto un altro incontro il 5 febbraio pomeriggio con la direzione Ocè B.S.  
Alle 10, 30 conferenza stampa davanti alle portineria BMG Ricordi di via Berchet, 2 
X contatti: Angelo Pedrini 3475400864
Milano 30 genn 04
                                                                CUB Informazione

FaceBook