Cascina Costa: Sciopero di 2 ore CONTRO la decisione di liberarsi di un lavoratori precario - alla fine la OCÈ ci ripensa e lo riassume a TEMPO INDETERMINATO.

OCE’: SOLIDARIETA’ PER GIORGIO
Licenziato perché sapeva lavorare

Ocè, azienda che gestisce l’archivio dell’Agusta di C. Costa
, occupa una quindicina di dipendenti su un totale di circa 700 sparsi in tutta Italia. La multinazionale che, probabilmente, acquisirà l’appalto in Agusta, non vuole farsi carico dei lavoratori della Ocè. Così la Ocè mette le mani avanti e, in maniera preventiva, comincia a liberarsi dei lavoratori.
Il lavoratore, assunto con contratto a tempo determinato, verrebbe lasciato a casa ingiustamente perché la sua mansione continuerà ad esistere, presupposto che rende non applicabile il contratto a tempo determinato, pretesto usato dall’azienda per licenziarlo.
Ancora una volta la liberalizzazione del mercato del lavoro lascia per strada le sue “vittime”, lavoratori con l’unico difetto di dover mangiare tutti i giorni e per farlo devono lavorare.
Non è possibile assistere impassibili a questi soprusi, per questo motivo
 
E’ INDETTO UNO SCIOPERO
DEI   LAVORATORI   DELLA OCE’ DI Cascina COSTA

PER GIOVEDI’
21   DICEMBRE   2006
DALLE ORE 16,00 ALLE ORE 17,00

SI TERRA’ UNA ASSEMBLEA NELL’ARCHIVIO DELLA DIREZIONE TECNICA

C.Costa 21 dicembre 2006

FLMUniti-Cub 

======================================= 

DOPO LO SCIOPERO di tutti i lavoratoti la OCÈ ci ha ripensato:

Oggi 22 dicembre alle 16.oo circa il lavoratore della Ocè Cocco Giorgio è stato contattato dalla direzione del personale:

“È STATO RIASSUNTO CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO”

FLMUniti-Cub 

 

 

 

FaceBook