7252.gifIstituto Geriatrico Milanese: CUB Sanità reclama lo Stop alle “solite trattative” non democratiche, non condivise e per niente trasparenti.


Ancora una volta, i “soliti sindacati” si incontrano con amministratori e padroni per discutere (senza nessun mandato) le tematiche che riguardano i diritti del lavoro e dei lavoratori.
All’IGM numerosi sono da tempo i problemi che affliggono le lavoratrici e i lavoratori.
I numerosi e gravi ritardi nella consegna dei listini paga e dello stipendio, la mancata fruizione delle Ferie, i dubbiosi conteggi sugli straordinari, la carenza di personale/carichi di lavoro, la gestione della turnistica, la questione dell’assegnazione delle notti e una banca ore, nella quale (pur senza nessuna adesione volontaria) le lavoratrici e i lavoratori vedono confluire ore di lavoro prestato che forse avrebbero gradito (per diritto) venissero conteggiate in altro modo.
Ma altri ancora sono da tempo i problemi irrisolti, va da sé la questione della totale assenza di un servizio mensa o in alternativa della elargizione di buoni pasto-tiket o del livello/mansioni.
È ora di cambiare la musica !
Un nutrito numero di lavoratrici e di lavoratori che hanno deciso di organizzarsi nella CUB,  riunitisi recentemente in Assemblea, hanno dato mandato alla CUB di scrivere a IGM chiedendo una data di incontro sindacale per discutere al pari e/o alla pari con le altre organizzazioni sindacali (ma con presupposti diversi) le tematiche oggi in discussione.
Quelle lavoratrici e quei lavoratori,(a puro titolo di esempio) non sono affatto d’accordo con chi pensa di risolvere il problema del ritardo dei listini e della paga, facendo SLITTARE per tramite di un accordo sindacale IGM-cgil-cisl-uil ad altra e successiva data il giorno di paga.
Altro ancora ci sarebbe da dire sul resto degli argomenti in via di discussione.
Il 19 c.m. i “soliti sindacati” dovrebbero riunirsi con IGM per concludere la “loro trattativa”, ma la CUB che nel suo pieno diritto intende rappresentare i lavoratori tutti, a partire da coloro che già oggi, non si riconoscono in quelle organizzazioni, ha già detto all’Amministrazione IGM che:   
… senza mandato, senza condivisione, senza il consenso di tutti, non ci può essere nessun valido accordo !
                         

Milano, 16/12/ 06

CUB-SANITA' 

FaceBook