Il COORDINAMENTO NAZIONALE DEI SINDACATI DI BASE chiama gli AUTOFERROTRAMVIERI a SCIOPERARE il 15 settembre 2006

 PRENDI IL VOLANTINO PRONTO per la stampa .zip

Ancora senza rinnovo del 2° biennio economico

SCIOPERO NAZIONALE DI 24 ORE VENERDÌ 15 SETTEMBRE

Lavoratori,
la situazione relativa al salario è diventata, ormai, insostenibile. Dopo quasi un anno, infatti, non è stato ancora  rinnovato il secondo biennio economico scaduto a Dicembre 2005.
Con consuetudine, ormai rituale, Astra e Anav dall’inizio dell’anno affermano che non ci sono soldi per il rinnovo del secondo biennio economico. Nel frattempo ai generici impegni da parte dei rappresentanti del governo, a monitorare le risorse disponibili per il rinnovo contrattuale, sono seguiti il silenzio ed il trascorrere del tempo.
I salari continuano a perdere  potere d’acquisto e le politiche del nuovo governo non sembrano affatto disegnare strade migliori di quelle passate fatte di privatizzazioni, lavoro precario, sotto salario e slittamento delle scadenze contrattuali, sempre e comunque, i lavoratori tutti con la piena complicità dei sindacati concertativi.
Per ristabilire equità e dignità agli Autoferrotranvieri, ritenendo che le giuste rivendicazioni non hanno bisogno della concertazione e che non sono più accettabili rinnovi contrattuali con i vecchi criteri delle “UNA TANTUM”,
il COORDINAMENTO NAZIONALE DEI SINDACATI DI BASE chiama i lavoratori a SCIOPERARE il 15 settembre 2006 per rivendicare un aumento salariale certo ed esigibile e per affermare la necessità di sconfiggere il doppio regime salariale in categoria.
PER IL RINNOVO DEL 2° BIENNIO ECONOMICO DEL CCNL E PER LE TUTELE DEI LAVORATORI INIDONEI
SCIOPERO NAZIONALE di 24 ore !
Rivendichiamo:

RISPOSTE CERTE, VERE E SUBITO, AL DIRITTO E AD UN SALARIO DIGNITOSO CON UN REALE RECUPERO SALARIALE.

1 - €100,00 come recupero salariale esteso a tutti i lavoratori del TPL a prescindere dal parametro di assegnazione;
2 - rivalutazione delle retribuzioni nella misura di quanto previsto dall’inflazione attesa che si prevede intorno al 6%; circa (€ 118,00), considerando il 158 quale parametro intermedio di riferimento.
3 - la tutela del personale inidoneo alla mansione e il riconoscimento delle malattie professionali.

Personale Viaggiante di Superficie e Metropolitana, Agenti di Stazione                                                
dalle 08.45 alle 15.00 e dalle 18,00 al termine del servizio
Dai capolinea e dai centri linea (avvisando i passeggere della limitazione della corsa) si rientra in deposito.

Radio-Bus, Ausiliari della Sosta, Addetti ai Parcheggi, Impiegati e Operai (anche turnisti)                                       
L’INTERO ORARIO DI LAVORO
Sono esclusi dall’agitazione i lavoratori strettamente necessari alle squadre di pronto intervento.

Milano 6 settembre 2006 (c.i.p.)

COORDINAMENTO NAZIONALE SINDACATI DI BASE

Sult TPL,   Sin CoBas,   Cub Trasporti,   A.L. COBAS,   Conf.ne CoBas lav.priv.

FaceBook