Con il decreto legge N 30 del 13 marzo 2021 all’art 2 il governo ha colmato il buco sull’utilizzo

dei congedi per i genitori che erano scaduti il 31 dicembre del 2020 e che adesso si possono usare anche in modo retroattivo.
Intanto i disagi subiti e dai genitori nei mesi scorsi difficilmente potranno essere colmati. Speriamo che con le prossime misure il governo sia molto più celere.

Cosa dice il decreto

1. Il genitore di figlio convivente minore di anni 16, lavoratore dipendente, alternativamente all'altro genitore, puo' svolgere lavoro in modalita' agile per un periodo corrispondente in tutto o in parte alla durata della sospensione dell'attivita' didattica in presenza del figlio, alla durata dell'infezione da SARS Covid-19 del figlio, nonche' alla durata della quarantena del figlio

2. Nelle sole ipotesi in cui il lavoro non possa essere svolto in modalita' agile, il genitore lavoratore dipendente di figlio convivente minore di anni 14, alternativamente all'altro genitore, puo' astenersi dal lavoro per un periodo corrispondente in tutto o in parte

alla durata della sospensione dell'attivita' didattica in presenza del figlio,
alla durata dell'infezione da SARS Covid-19 del figlio,
alla durata della quarantena del figlio.

3. Per i periodi di astensione fruiti e' riconosciuta un'indennita' pari al 50 % della retribuzione stessa. I suddetti periodi sono coperti da contribuzione figurativa.

4. I periodi di congedo parentale fruiti dai genitori a decorrere dal 1° gennaio 2021, e fino alla data di entrata in vigore del presente decreto, durante i periodi di sospensione dell'attivita' didattica in presenza del figlio, di durata dell'infezione da SARS Covid-19 del figlio, di durata della quarantena del figlio, possono essere convertiti a domanda nel congedo pagato al 50% e non sono computati ne' indennizzati a titolo di congedo parentale.

5. Per i figli di eta' compresa fra 14 e 16 anni, uno dei genitori, alternativamente all'altro, ha diritto, di astenersi dal lavoro senza retribuzione o indennita' ne' riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro.

6. I lavoratori autonomi, il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico, i lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, appartenenti alla categoria dei medici, degli infermieri, ecc. per i figli conviventi minori di anni 14, possono scegliere la corresponsione di uno o piu' bonus per l'acquisto di servizi di baby-sitting nel limite massimo complessivo di 100 euro settimanali.
Le misure contenute nel decreto valgono fino al 30 giugno 2021.

Legnano marzo 2021 - CUB LEGNANO


Confederazione Unitaria di Base
Legnano: via Cristoforo Colombo 17 tel. 0331-1555336 0331-1546331 fax. 0331-1555358
www.cub.it – www.cubvideo.it e mail Esta dirección de correo electrónico está protegida contra spambots. Necesita activar JavaScript para visualizarla.

Scarica il comunicato in pdf 

FaceBook