MILANO - CUB denuncia la scomparsa di 1.500 tunisini MILANO - La CUB denuncia la scomparsa di 1.500 tunisini - Venerdì 11 l'incontro presso la CUB con le associazioni che si occupano della scomparsa risalente all’anno scorso dei migranti tunisini, con i famigliari di questi ultimi. Richiesta di incontro con il ministro degli Interni, e a fine giugno a Milano convegno europeo.

 COMUNICATO STAMPA

 

 

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA

GUARDA LA GALLERIA DELLA CONFERENZA STAMPA

CUB denuncia la scomparsa di 1.500 tunisini.

MILANO - CUB denuncia la scomparsa di 1.500 tunisini Ieri l’incontro presso la CUB con le associazioni che si occupano della scomparsa risalente all’anno scorso dei migranti tunisini, con i famigliari di questi ultimi. Richiesta di incontro con il ministro degli Interni, e a fine giugno a Milano convegno europeo sull’immigrazione.

Milano, 11 maggio 2012. Ieri, nella sede della Confederazione Unitaria di Base, insieme a CUB-Immigrazione, il Coordinamento delle Associazioni Tunisine in Italia, il comitato Immigrati Tunisini in Italia, l’associazione tunisina “Giuseppe Verdi”, l’associazione “Leventicinqueundici” e l’emittente televisiva tunisina Alijanubia TV , si è tenuto l’incontro con alcuni famigliari dei migranti tunisini dispersi sulle coste italiane nel 2011 (vedi video).

Circa 1.500 (millecinquecento) persone provenienti dalla Tunisia, sui cosiddetti barconi, in più d’un viaggio, nel periodo compreso dal gennaio e l’aprile dello scorso anno, e di cui si sono perse totalmente le tracce, e di cui, ancora oggi, si ignora se detenuti, rinchiusi all’interno di centri di permanenza temporanea per stranieri, veri e propri centri di detenzione, o, peggio, naufragati.

Attualmente, solo poco più di 300 sono stati con certezza documentati, attraverso una raccolta di dati compiuta dalla Lega Tunisina per i Diritti dell’Uomo, rispetto a un numero, quello indicato di 1.500, che potrebbe anche essere di gran lunga maggiore

Una campagna iniziata nella città di Palermo, proprio con il supporto e la collaborazione della CUB, la quale, insieme alle associazioni citate, continua, e che vede la richiesta al ministro degli Interni, Cancellieri, per intervenire al più presto rispetto a un problema precedentemente non considerato da entrambe le autorità, quelle italiane come quelle tunisine, con l’ulteriore richiesta, sempre a entrambi i paesi, del controllo incrociato delle impronte digitali dei cittadini tunisini partiti con quelli sbarcati.

Infine, ricordiamo che il 30 giugno, a Milano, si terrà un convegno europeo dei sindacati di base, presso la Palazzina Liberty, che avrà come specifico tema proprio l’immigrazione.

Milano 11-5-2012

 CUB - Confederazione Unitaria di Base
Milano: V.le Lombardia 20 - tel. 02/70631804
- e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.cubvideo.it www.cub.it

 

 

FaceBook