CUB - TORINO - Esternializziamo gli esternalizzatori! Martedì 10 aprile, alle 18,00  Presidio in Piazza Palazzo di Città “Non siamo venuti qui per avere un nostro posto a tavola, siamo venuti a ribaltare la tavola”

 

PRENDI IL VOLANTINO IN FORMATO .pdf

Esternializziamo gli esternalizzatori!

Martedì 10 aprile, alle 18,00 Presidio in Piazza Palazzo di Città
“Non siamo venuti qui per avere un nostro posto a tavola, siamo venuti a ribaltare la tavola”

MAESTRE E COOPERATIVE UNITE NELLA LOTTA

Da "La stampa" del 18 4 2012 .pdf

(Steven Biko)
In questi mesi la “questione welfare” sta esplodendo con tutta la sua gravità nella nostra città


• Lunedì 2 Aprile centinaia di operatori sociali delle cooperative hanno assediato il Comune chiedendo il pagamento dei loro stipendi. Stipendi che non possono essere versati perché la giunta Fassino ha sospeso il pagamento della fornitura di servizi alle cooperative da cui dipendono queste lavoratrici e questi lavoratori come, peraltro, ha fatto la Regione per quelle di sua competenza.

• Mercoledì ì 4 Aprile la Giunta Regionale ha approvato il piano sanitario che prevede la
chiusura di quattro ospedali, parecchi posti in meno nella sanità e un deciso abbattimento del servizio ai cittadini.

• La scorsa settimana il Comune ha deciso di chiudere 15 nidi d'infanzia, condannando
centinaia di educatrici precarie alla disoccupazione e procedendo ad esternalizzare il
servizio verso fondazioni e cooperative (tanto queste possono anche non essere pagate, i danni in fondo li subiscono i loro dipendenti, no?)
Sono i tre esempi più macroscopici di una vera e propria questione sociale che attraversa la nostra città. Il pubblico licenzia ed espelle lavoratrici e lavoratori, non paga gli esternalizzati e nega ai cittadini quel servizio che è già stato pagato ampiamente con un alto livello di tassazione che ricade totalmente sulle spalle delle classi lavoratrici.


Comune e Regione cercano di nascondersi dietro ad un dito sostenendo che la colpa di questa situazione sarebbe dei tagli nazionali ai bilanci locali; come al solito una mezza verità è peggio di una menzogna completa. I governi Berlusconi e Monti hanno progressivamente ridotto i trasferimenti verso gli Enti locali, ma Regione Piemonte e Comune i Torino sono ampiamente responsabili della situazione attuale. Chiunque dia appena una distratta occhiata agli emolumenti del city manager Vaciago o dei dirigenti comunali e regionali può avere un'idea dell'uso che viene fatto del denaro pubblico nella nostra città.
Come se non bastasse Comune e Regione sono tra i principali sponsor del TAV e dell'acquisto degli aerei da combattimento F-35 che dovrebbero essere installati vicino a Novara. Un progetto inutile sostenuto perché finanzia gli imprenditori amici dei due schieramenti ed un acquisto di strumenti di morte finalizzato a favorire altri profitti milionari vengono appoggiati con risorse che sarebbero necessarie per assicurare a tutte e tutti servizi sanitari e sociali di buona qualità, trasporti accettabili per i pendolari e lavoro dignitoso e ben pagato per chi lavora negli stessi servizi.

Ma lamentarsi non basta e bene hanno fatto gli operatori sociali non dormienti ad assediare il Comune e tutti dobbiamo seguire quell'esempio costituendo un unico fronte di lavoratori e lavoratrici del sociale e dei servizi, dall'assistenza alla sanità passando per il settore educativo che rivendichi dignità, reddito e servizi e la fine degli affari di lor signori.

Per vincere questa battaglia dobbiamo dare vita ad un coordinamento di tutti i soggetti che oggi sono scesi in piazza che sappia costruire una vertenza cittadina decisiva.
Per farlo non dobbiamo prestare ascolto alle sirene dei privatizzatori in salsa sinistra.
Chi propone l'affidamento dei servizi all'esterno anche se propone un soggetto privato con capitale pubblico mira al servaggio di lavoratrici e lavoratori ed alla distruzione del diritto ai servizi, sempre a maggior gloria di quei signori che “in alto loco stanno”.


REDDITO-DIGNITA'-SERVIZI PER TUTTE E TUTTI
NO ALLE ESTERNALIZZAZIONI

 
Confederazione Unitaria di Base
Corso Marconi 34, 10125 Torino
Tel/fax 011.655897
e-mail: inf o @ cubpiemonte . org www.cubpiemonte.org


************************************************************

 

************************************************************

 

FaceBook