CUB SANITA' - TORINO - Venerdì 4 marzo 2011 il presidente del Consiglio Regionale Piemontese, Cota, è venuto all'Ospedale Mauriziano ad inaugurare un Pronto Soccorso che attendevamo da dieci anni. - Abbiamo fatto il presidio per una sanità pubblica di qualità che garantisca  1. ai cittadini la difesa del diritto alla salute e, quindi, ad una sanità pubblica di qualità. 2. ai lavoratori della sanità retribuzioni e condizioni di lavoro dignitose e, quindi, sblocco delle assunzioni e dei contratti <FOTO>

<GUARDA LE FOTO DEL PRESIDIO>


Venerdì 4 marzo 2011 il presidente del Consiglio Regionale Piemontese, Cota, è venuto all'Ospedale Mauriziano ad inaugurare un Pronto Soccorso che attendevamo da dieci anni.


Tutto bene dunque? La CUB Sanità ha organizzato un presidio per denunciare il fatto che l'organico dell'ospedale, e non solo di questo, è sempre più inadeguato e che inadeguate sono le condizioni nelle quali lavoriamo.

Quando, infatti, veniamo a sapere della riduzione dei posti letto , di quella dell'organico, delle risorse tagliate per la sanità pubblica sembra che siamo vittime di un destino cinico e baro. Le amministrazioni degli ospedali rimandano la responsabilità à alla giunta regionale. La giunta regionale rimanda alle decisioni del governo nazionale. Il governo nazionale si giustifica con la situazione dell'economia mondiale.
Tutti colpevoli, nessun colpevole, dunque? La verità è che costoro mentono sapendo di mentire!  

Il piano della giunta prevede, fra l'altro, tagli all'edilizia sanitaria, aumento delle tariffe, riduzione dei medici a bordo delle ambulanze, riduzione del personale e delle risorse economiche destinate alla sanità, riduzione dei posti letto e dei giorni di ricovero. Noi, invece, rivendichiamo una sola riduzione: quella della pressione di questi parassiti sul reddito e sui diritti dei lavoratori!
In concreto riduzione delle spese militari, degli sprechi, dei privilegi di padrini privati e politici che, non contenti di redditi che noi possiamo solo sognare, si garantiscono benefit di ogni tipo!

Abbiamo fatto il presidio per una sanità pubblica di qualità che garantisca

1.    ai cittadini la difesa del diritto alla salute e, quindi, ad una sanità pubblica di qualità.

2.    ai lavoratori della sanità retribuzioni e condizioni di lavoro dignitose e, quindi, sblocco delle assunzioni e dei contratti


Sappiamo, infatti, che questo piano ha come unico scopo quello di rendere sempre meno efficiente la sanità pubblica e sempre più privilegiata quella privata mettendo a rischio la sicurezza dei lavoratori e dei pazienti.
Al presidio hanno partecipato oltre cento lavoratori e lavoratrici del Mauriziano nonostante la direzione aziendale abbia sabotato in tutti i modi l'iniziativa arrivando al punto di negare, con risibili pretesti, un'assemblea sindacale.

Una bella  mobilitazione alla quale ne seguiranno altre


Giuseppe Dell'Aera
Salvatore Spitaleri
RSU CUB sanità dell'Ospedale Mauriziano

*********************************************************

 

*********************************************************

 

 

FaceBook