NEWS LUNEDI'PUBBLICO IMPIEGO - CON RABBIA E DETERMINAZIONE - La lotta delle donne per avere il proprio stipendio, paga! - Martedì 22.02.2011 le lavoratrici addette al servizio di pulizia negli Istituti Scolastici della Provincia di Varese, stanche di ricevere il proprio stipendio in ritardo, sono partite “armate” di pentole, trombe, fischietti e bandiere e al grido di “Vogliamo i nostri soldi!” sono partite con i pullman, dirette a Milano.

 

PRENDI IL VOLANTINO IN FORMATO .zip


CON RABBIA E DETERMINAZIONE
La lotta delle donne per avere il proprio stipendio, paga!

 
Martedì 22.02.2011 le lavoratrici addette al servizio di pulizia negli Istituti Scolastici della Provincia di Varese, stanche di ricevere il proprio stipendio in ritardo, sono partite “armate” di pentole, trombe, fischietti e bandiere e al grido di “Vogliamo i nostri soldi!” sono partite con i pullman, dirette a Milano.
 
1/a tappa: sede del Consorzio C.N.E. Gruppo Gorla Spa, in via Orefici a due passi dal Duomo. Il consorzio ha in gestione l’appalto del servizio.
Decise a far valere i propri diritti, unitamente all’O.S. A.L.Cobas-Cub a cui aderisce il 90% delle addette, hanno inscenato un presidio rumoroso ma responsabile, mentre avveniva un incontro con la Direzione Aziendale e le delegate accompagnate dal responsabile dell’O.S.
L’Azienda dopo 10 minuti di confronto ha dato disposizione immediata di effettuare un bonifico di circa 180.000 Euro in favore delle imprese alle quali ha affidato di svolgere il servizio e di conseguenza di pagare immediatamente alle lavoratrici lo stipendio dovuto, con la rassicurazione che le scadenze verranno rispettate.
 
2/a tappa: Ufficio Regionale dell’Istruzione Pubblica di Via Ripamonti.
Antonio Ferrari responsabile sindacale e una delegazione delle lavoratrici sono stati ricevuti dal Direttore Regionale  dott. Colosio e dal dott. Yuri Coppi i quali hanno promesso:
1 - di intervenire da subito a vigilare che vengano rispettate le scadenze delle retribuzioni e di intervenire, con la revoca dell’appalto, qual’ora  ci siano  o si verifichi il non rispetto del capitolato e delle Leggi.
2 - per quanto riguarda le ex LSU entro  la settimana daranno direttive agli Istituti su come riammettere al servizio le lavoratrici per le quali è scaduto il contratto il 18.02.2011.
 
In attesa della convocazione della Prefettura di Varese, di tutte le parti per fare il punto generale, sia per quanto riguarda il futuro occupazionale sia sul futuro del servizio tutt’ora insufficiente che viene garantito agli Istituti Scolastici, nonché della risposta del Ministro Maroni al quale abbiamo chiesto di interessarsi.
 
Le lavoratrici unitamente a questa O.S. assaporano, con soddisfazione, una prima vittoria (ieri 23.02.2011 sono stati fatti i bonifici alle lavoratrici).
 
L’assemblea permanente è terminata nel momento in cui si è appreso dell’avvenuto pagamento.
 
Gallarate, 24.02.2011
 
A.L.Cobas-Cub

Via Pasubio,8
21013 Gallarate (Va)
Tel: 0331 076413/0331 772337  Fax 0331/1832254
E.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito Internet: www.cubmalpensa.it

 

 

 

PRENDI IL VOLANTINO IN FORMATO .zip


CON RABBIA E DETERMINAZIONE
La lotta delle donne per avere il proprio stipendio, paga!

 
Martedì 22.02.2011 le lavoratrici addette al servizio di pulizia negli Istituti Scolastici della Provincia di Varese, stanche di ricevere il proprio stipendio in ritardo, sono partite “armate” di pentole, trombe, fischietti e bandiere e al grido di “Vogliamo i nostri soldi!” sono partite con i pullman, dirette a Milano.
 
1/a tappa: sede del Consorzio C.N.E. Gruppo Gorla Spa, in via Orefici a due passi dal Duomo. Il consorzio ha in gestione l’appalto del servizio.
Decise a far valere i propri diritti, unitamente all’O.S. A.L.Cobas-Cub a cui aderisce il 90% delle addette, hanno inscenato un presidio rumoroso ma responsabile, mentre avveniva un incontro con la Direzione Aziendale e le delegate accompagnate dal responsabile dell’O.S.
L’Azienda dopo 10 minuti di confronto ha dato disposizione immediata di effettuare un bonifico di circa 180.000 Euro in favore delle imprese alle quali ha affidato di svolgere il servizio e di conseguenza di pagare immediatamente alle lavoratrici lo stipendio dovuto, con la rassicurazione che le scadenze verranno rispettate.
 
2/a tappa: Ufficio Regionale dell’Istruzione Pubblica di Via Ripamonti.
Antonio Ferrari responsabile sindacale e una delegazione delle lavoratrici sono stati ricevuti dal Direttore Regionale  dott. Colosio e dal dott. Yuri Coppi i quali hanno promesso:
1 - di intervenire da subito a vigilare che vengano rispettate le scadenze delle retribuzioni e di intervenire, con la revoca dell’appalto, qual’ora  ci siano  o si verifichi il non rispetto del capitolato e delle Leggi.
2 - per quanto riguarda le ex LSU entro  la settimana daranno direttive agli Istituti su come riammettere al servizio le lavoratrici per le quali è scaduto il contratto il 18.02.2011.
 
In attesa della convocazione della Prefettura di Varese, di tutte le parti per fare il punto generale, sia per quanto riguarda il futuro occupazionale sia sul futuro del servizio tutt’ora insufficiente che viene garantito agli Istituti Scolastici, nonché della risposta del Ministro Maroni al quale abbiamo chiesto di interessarsi.
 
Le lavoratrici unitamente a questa O.S. assaporano, con soddisfazione, una prima vittoria (ieri 23.02.2011 sono stati fatti i bonifici alle lavoratrici).
 
L’assemblea permanente è terminata nel momento in cui si è appreso dell’avvenuto pagamento.
 
Gallarate, 24.02.2011
 
A.L.Cobas-Cub

Via Pasubio,8
21013 Gallarate (Va)
Tel: 0331 076413/0331 772337  Fax 0331/1832254
E.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito Internet: www.cubmalpensa.it

FaceBook