24h SENZA DI NOI - Mobilitazione generale dei lavoratori migranti - Primo marzo 2010 Ore 17,00 Piazza  Schiavone - Milano - Bovisa (Passante Fs Nord, Bus 91-82-3)


Musica con: Jovica Jovic e i muzicanti di Paval-Noy, Nueva Generacion (hip hop), Lolo El Giga (mambo), El Lokillo la diferencia (raggaeton), Gran Empresa, reggaeton, Roed Roza y su Grupo, bachata, Sin Fronteras, folk rock fusion latinoamericana.
 
Promossa per lunedì 1 marzo 2010, in Francia e in Italia, una giornata di mobilitazione contro lo sfruttamento del lavoro e le discriminazioni contro i lavoratori migranti.
 Le organizzazioni della CUB e CUB-Immigrazione hanno deciso di proclamare lo sciopero per il 1 marzo per tutelare i lavoratori che vorranno scioperare, soprattutto per garantire i lavoratori che sono sottoposti alle norme sull'esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali, a eccezione del settore dei trasporti, per i vincoli imposti dalla legge “antisciopero”, la 146/’90, mentre i comparti di scuola e università sciopereranno il 12 marzo.
 Una mobilitazione contro un sistema economico attraversato da una profonda crisi economica, che fa ricadere il suo peso schiacciante sui lavoratori, in particolar modo gli immigrati, in Italia aggravato dal recente “decreto sicurezza” del governo Berlusconi, che sanziona l'immigrato senza documenti con il reato penale di “clandestinità”, che si aggiunge alla legge Bossi/Fini che colpisce il lavoratore immigrato che, alla perdita del posto di lavoro, dopo sei mesi gli viene negati anche il permesso di soggiorno.
 In Francia, questo è un evento storico di lotta, preparato con un lavoro di base e con molti mesi di preparazione, tra tutti i lavoratori, al fine di garantire il massimo risultato di mobilitazione, esordisce il 1 marzo 2005, con i lavoratori migranti e francesi contro l'entrata in vigore del codice di ingresso degli stranieri (CESEDA), che li regolarizza in base al criterio economico.
 La CUB immigrazione rivendica la regolarizzazione di tutti i lavoratori migranti, il diritto di cittadinanza per nascita, lo svincolo del permesso di soggiorno dal contratto di lavoro, la cancellazione delle leggi segregazioniste, razziste e del Pacchetto Sicurezza, l'estensione dei diritti civili, sociali e politici, per la difesa dei posti di lavoro, per il diritto alla casa e all'istruzione.

Milano, 26 febbraio 2010.

CUB-Immigrazione
Confederazione Unitaria di Base
V.le Lombardia, 20 - 20131 Milano
Tel. 02 70631804 - Fax 02 70602409

 

 

FaceBook