Domattina nuovo presidio alla sede DHL di San Giuliano Milanese per il “licenziamento” di settanta lavoratori della cooperativa Padana Servizi.


Nuovi presidi e boicottaggio contro DHL
Domattina nuovo presidio alla sede DHL di San Giuliano Milanese per il “licenziamento” di settanta lavoratori della cooperativa Padana Servizi.
La CUB rivendica che l’azienda di trasporti DHL li riassuma tutti. Promosso anche il boicottaggio di questo corriere che sfrutta manodopera straniera.
 
Per domattina, venerdì 29, alle ore 10.30, una settantina di lavoratori della cooperativa Padana Servizi, che lavoravano presso la sede di via Rubattino, saranno nuovamente in presidio presso la sede DHL di via Basento, 19, a San Giuliano Milanese.
 
Attraverso un licenziamento illegittimo
, lo scorso 18 gennaio DHL, da una decina d’anni loro unico committente, li ha licenziati tramite un fax.
 
I vertici della Confederazione Unitaria di Base annuncia nuove mobilitazioni, già dai prossimi giorni, finché DHL non li riassume tutti.
 
Inoltre
, fintanto che questo non avverrà, la CUB invita al boicottaggio del corriere postale DHL, che da sempre utilizza nei propri depositi lavoratori di cooperative, di cui la maggioranza extracomunitaria, che con cambi repentini di appalti o disdette degli stessi, li costringe alla più esasperata precarietà.

Milano, 28 gennaio 2010.

FLAICA CUB
Confederazione Unitaria di Base
V.le Lombardia, 20 - 20131
Tel. 02 70631804 - Fax 02 70602409

 

 

FaceBook