scioperoNovaceta: dall’assemblea all’occupazione infine sul tetto - Gli operai occupano lo stabilimento Novaceta di Magenta. Cippo, ALLCA-CUB: “Prioritario il salvataggio dei posti di lavoro”.

 

Prendi il comunicato stampa .zip

Un’assemblea che si trasforma in occupazione, con un gruppo di operai saliti sul tetto.
E’ questo quello che è avvenuto stamattina alla Novaceta di Magenta, dopo tre settimane di presidio da parte dei lavoratori sul piazzale antistante alla fabbrica di via Piemonte.
“A questo punto la priorità è tentare tutte le strade possibili per salvare l’occupazione di questi lavoratori” dichiara Giovanni Cippo dell’ALLCA della CUB. “Se è vero che il 18 gennaio in Provincia presenteremo una bozza di piano industriale, è arrivato il momento in cui le istituzioni considerino seriamente il problema, occupazionale e industriale, attivandosi per far ripartire al più presto la produzione nello stabilimento”.

Nella riunione dello scorso 30 dicembre il sindaco di Magenta ha ribadito la vocazione industriale dell'area, accogliendo favorevolmente le proposte in questione, rilanciando addirittura per il rafforzamento delle servitù esistenti, come metanodotto ed elettrodotto, nonché, l’eliminazione dei riferimenti alle attività ricettive nel PGT in via di approvazione per quest’area.

Tutto questo in netta opposizione al tentativo di una cordata di “speculatori” del mattone, i soliti Lettieri, Ciardullo, Natali, Ligresti & Co., in accordo con Banca Unicredit, che ha come obiettivo la trasformazione della superficie in zona edificabile.

 Milano, 12 gennaio 2010.

FLMUniti-Cub
V.le Lombardia, 20 - 20131 Milano
Tel. 02 70631804 - Fax 02 70602409

FaceBook