DHL “licenzia” via fax 70 lavoratori - Presidio dei lavoratori della cooperativa Padana Servizi e in serata incontro in Prfttura, Montagnoli, CUB: "DHL vuole far fuori il sindacato e i lavoratori scomodi"

 

Prendi il comuncato pronto per la stampa .zip

Guarda il film fatto ai lavoratori durante il presidio

Ieri pomeriggio presidio blindato a San Giuliano Milanese dovuto al “licenziamento” via fax da parte di DHL di settanta lavoratori della cooperativa Padana Servizi, e subito dopo, in serata, incontro con i vertici della Prefettura.
Montagnoli, CUB: “DHL vuole far fuori il sindacato e i lavoratori scomodi”. A breve convocazione delle parti in Prefettura.
 Ieri mattina, via fax, settanta lavoratori della cooperativa Padana Servizi, che lavoravano presso la sede di via Rubattino, sono stati licenziati dalla DHL, da una decina d’anni loro unico committente.
 Nello stesso pomeriggio, presso la sede di via Basento, 19, a San Giuliano Milanese, è seguito un presidio “blindato” delle forze dell’ordine, già allertate da un paio due giorni, circa, dalla stessa DHL, per quella che ritenevano essere una protesta annunciata, e prevedibile, e per finire, nel tardo pomeriggio, verso le 18.30, circa, una delegazione sindacale è stata ricevuta in prefettura.
 “DHL, non ha spiegato più di tanto alle autorità i motivi di quella che era prevista come una secca risposta da parte dei lavoratori, contare che ieri si è persino rifiutata di ricevere i loro rappresentanti ” spiega Walter Montagnoli della CUB. “L’evidente strategia di DHL è disperdere il proprio lavoro per poterlo bloccare meglio, facendo fuori il sindacato e i lavoratori che difendono i loro diritti, e per questo considerati scomodi”.
 Da parte sua la prefettura si è impegnata a convocare le parti nel giro di paio di giorni, circa, al fine di trovare una soluzione alla questione.

Milano, 19 gennaio 2009.

FLAICA Uniti-CUB
Confederazione Unitaria di Base
V.le Lombardia, 20 - 20131 Milano
Tel. 02 70631804 - Fax 02 70602409

 

 

 

FaceBook