Presidio dei lavoratori dell'AlfaRomeo davanti all’Assolombarda a Milano e incontro con Fiat e Powertrain - FLMUniti-CUB:  No alla Chiusura di Arese, No alla cigo. Si rilanci il marchio e il museo Alfa. Subito un piano per ricollocare i lavoratori.

 

Prendi il volantino pronto per la stampa (1,7 MB) .zip

Dopo l’assemblea fatta ad Arese il 14 luglio, i tecnici, gli ingegneri, gli impiegati e gli operai dell’Alfa sono qui oggi a manifestare per dichiarare la loro ferma opposizione alla cassa integrazione. 
Abbiamo sfidato il caldo torrido per dire a tutti che ci siamo, perché il dramma di Arese non passi inosservato.
Cosa abbiamo detto alla Fiat:
No alla Cigo, Si  apra una trattativa vera per garantire un posto di lavoro a tutti.
·    Ad Arese deve rimanere un presidio significativo di Fiat e Powertrain e devono iniziare al più presto i lavori del motor village al CD per ridare slancio al Museo e al marchio Alfa.
·    A Fiat chiediamo di aprire subito un confronto serio per dare una collocazione lavorativa agli operai e agli impiegati presenti ad Arese. Si può e si deve fare.
·    Infine diventa urgente integrare la Cigo fino all’80% del salario.

Nell’incontro la Fiat conferma la Cigo ma da spiegazioni non convincenti

L’azienda ha motivato la Cigo di13 settimane con la crisi delle vendite.
Ha cercato di rassicurare dicendo che si tratta di Cig ordinaria e non sono stati  dichiarati esuberi.
Alle nostre contestazioni sulla non veridicità dei motivi addotti e sul ha fatto che gli esuberi sono nei fatti perché l’azienda ha chiuso definitivamente Arese, Fiat  ha fatto muro di gomma.
Ha poi aggiunto che il motor-village è ancora sospeso.
Alla nostra richiesta di predisporre un piano per ricollocare i lavoratori l’azienda ha risposto (testuale) “che tutte le opportunità non verranno perse, sia per le trasferte che per i trasferimenti”
Questo è l’unico dato positivo che è emerso dall’incontro che a settembre verificheremo nei fatti.
L’azienda ha poi comunicato che sono in trasferta 18 lavoratori  a Corbetta  e 16  a Torino presso il centro stile. È in corso una verifica per  settembre  con  Possibilità à di incremento dei lavoratori interessati.
Siamo solo all’inizio, il nostro impegno e la mobilitazione devono continuare perché è necessario che Arese viva e tutti abbiano un posto di lavoro.


Milano, 24-7-2009

FLM UNITI CUB ARESE

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  www.cub.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   tel. 02-44428257
 

**************************************************************

 

**************************************************************

 

**************************************************************

 

 

FaceBook