SCUOLA: CUB, BERLUSCONI SCEGLIE DERIVA AUTORITARIA - E' la stessa linea adottata dal ministro Sacconi che vorrebbe limitare ulteriormente il diritto di sciopero

Prendi il comunicato pronto per la stampa .zip

SCUOLA: CUB, BERLUSCONI SCEGLIE DERIVA AUTORITARIA

''Berlusconi con la dichiarazione in cui afferma di voler reprimere occupazioni e proteste in scuole e universita' si mette l'elmetto in testa e sceglie la strada della repressione, in alternativa a dare soluzione ai problemi sollevati da centinaia di migliaia fra studenti e insegnanti''.
Lo ha affermato il coordinatore nazionale della Confederazione unitaria di base (Cub), Piergiorgio Tiboni.
E' la stessa linea adottata dal ministro Sacconi - prosegue il sindacalista - che vorrebbe limitare ulteriormente il diritto di sciopero.
Nella sostanza Berlusconi e Sacconi vogliono continuare a peggiorare le condizioni di vita e di lavoro di milioni di persone e togliere loro perfino gli strumenti democratici per difendersi da leggi inique''.
''Eventuali iniziative repressive da parte del Governo - conclude - troveranno la risposta unanime da parte dei lavoratori, degli studenti e degli insegnanti. E' stata scelta una deriva autoritaria che pero' non passera'''.
   
MILANO, 22 ottobre 2008

Confederazione Unitaria di Base
Milano: V.le Lombardia 20
- tel. 02/70631804-02/2666289 fax 02/70602409
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

FaceBook