Fiumicino: sciopero spontaneo di oltre 10.000 lavoratori

La Confederazione Unitaria di base sostiene il movimento dei lavoratori aeroportuali.

I lavoratori dell’Alitalia sono oggi in sciopero spontaneo e manifestano di fronte all’aeroporto di Fiumicino contro il piano aziendale che prevede l’espulsione di oltre 8ooo lavoratori del personale di terra, lo smembramento dell’Alitalia e , nei fatti, la fine della compagnia di bandiera.

Oltre cento voli sono stati cancellati.

Sin dal 9 dicembre la CUB ha organizzato un presidio permanente dinanzi alla Direzione aziendale che è diventato un punto di riferimento per migliaia di lavoratori.  

La CUB:

  1. Sostiene la mobilitazione dei lavoratori dell’Alitalia come quella degli autoferrotranvieri dei giorni passati;
  2. Denuncia la legislazione liberticida sul diritto di sciopero e rileva come i lavoratori, quando la pressione governativa ed aziendale supera la tollerabilità, siano in grado di mobilitarsi direttamente con forza e determinazione;
  3. Chiede all’Alitalia il ritiro del piano aziendale
  4. Chiede che il governo si assuma le sue responsabilità à e intervenga perché l’Alitalia abbandoni l’attuale politica di distruzione del trasporto aereo pubblico.

Nuove mobilitazioni saranno organizzate nei prossimi giorni sino al raggiungimento di questi obiettivi.

Per Il Coordinamento nazionale della CUB

Cosimo Scarinzi

Per info

Cosimo Scarinzi  (CUB) 3298998546
Pina Santorelli (CUB Trasporti) 3473221044
FaceBook