COMUNICATO STAMPA

 
La Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) dell’Aeroporto di Firenze, comunica di aver indetto uno Sciopero di 4 ore  per il giorno 03 Marzo 2005.
Il personale di terra dell’Aeroporto di Firenze sciopererà dalle ore 10,30 alle ore 14.30. nei settori operativi (rampa e scalo) soggetti alla legge 146/90-83/00, ultime 4 ore nei settori non operativi (uffici).
La RSU nell’occasione manifesterà davanti all’Aerostazione Partenze, a partire dalle ore 10.30, e terrà una conferenza stampa. 
Il personale dell’Aeroporto di Firenze sciopera contro:           
Rapporti sindacali lacunosi
Peggioramento delle condizioni lavorative e di sicurezza
Carenza personale Rampa e smistamento bagagli
Aumento dei carichi di lavoro
Gestione del Part-time a tempo determinato
Mancanza assegnazione Part-time verticale.
Firenze 28 febb 2005
                                                                RSU A.d.F.
C/O Aeroporto di Firenze
50127 Via del termine 11 Firenze Fax 0553061355
RSU A.d.F.   Bencini Roberto 3394160641
-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.
Aeroporti di Firenze: Parola d’ordine profitto!!! 
Continua la politica aziendale mirata alla riduzione del personale, all’aumento dei carichi di lavoro, alla scarsa osservanza della sicurezza lavorativa; tutto in nome del PROFITTO!!!
Il privato arriva e spazza via tutto, ne fanno le spese il personale delle Cooperative CoopLat e Operosa, le guardie giurate, la croce rossa e  la  Rampa operai dove 13 persone sono state spostate per fare il lavoro che facevano le Cooperative allo smistamento bagagli, creando nel settore operaio, una voragine di risorse umane con cui la gestione sta facendo i conti quotidianamente (ricerca di personale a casa per coprire le mancanze giornaliere, mancati liberi etc.).
E pensare che questa privatizzazione non doveva avere conseguenze sia per il personale A.d.F. che per l’indotto!!!
Dopo aver toccato il fondo nell’estate scorsa, ad un anno dall’arrivo del privato, siamo punto e a capo!!! L’amministrazione sta piano piano tornando sul numero di personale che si era prefissata di tenere sin dal suo arrivo, ne è un esempio la riduzione dei Part-time assunti per tamponare la crisi del periodo estivo; dei 18 assunti ne sono rimasti 9 il 50% in meno, il numero non ha garantito l’operatività invernale (per i troppi malati, dice A.d.F., noi pensiamo per una sottovalutazione dell’operativo!), e di questi quanti ne rimarrà dal prossimo marzo? Visto l’imminente scadenza dei loro contratti.
E si! Che il 2004 per questa gestione non è stato un anno nero: Passeggeri più 7,7%, merce più 61,6% e solo un meno 1,1% nei movimenti aeromobili, la chiusura del terzo trimestre aveva già fatto segnare un più 18,8%!!! Stiamo parlando del terzo trimestre!!!
Il 1.495.394 di passeggeri, ha però dovuto subire un netto peggioramento del servizio loro reso, con: attese interminabili alla restituzione dei bagagli (qualcosa è finito anche sui giornali), aumento dei ritardi in partenza, assistenza sempre più lacunosa etc…
In nome del PROFITTO questa amministrazione, aumenta i carichi di lavoro, gestendone in modo del tutto casuale la distribuzione tra i lavoratori, conferma ne abbiamo dall’aumento di infortuni in questo ultimo anno.
Persegue: flessibilità e plurimansionamento, pretendendo la completa disponibilità dei lavoratori e azzerandone la vita privata.
La RSU denuncia anche il fatto che dal novembre scorso l’A.d.F. non ha ancora convocato la Rappresentanza, se non per la procedura di raffreddamento. E pensare che di materiale per discutere la RSU ne ha inoltrato, decine di lettere con altrettante richieste d’incontro. Questi i  rapporti sindacali che l’amministrazione vuole, all’insegna del “noi facciamo come vogliamo senza sentire nessuno”!
Cosa chiediamo? PERSONALE, distribuzione equa dei carichi di lavoro e particolare attenzione alla sicurezza operativa e lavorativa.
Sino a che non avremo risposte positive su questi problemi continueremo le iniziative di protesta, con un’ulteriore sciopero di 8 ore a breve e mettendo il personale in stato di agitazione.
Si presenta all’orizzonte un’estate calda per l’Aeroporto di Firenze parola delle Rappresentanze Sindacali Unitarie. 
Firenze 28 febbraio 2005  
03 marzo 2005 Sciopero
RSU A.d.F.
-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.
lettera ai passeggeri
Aeroporto di Firenze:  Sciopero 03 marzo 2005
Oggi  3 marzo 2005, i  lavoratori dell’Aeroporto di Firenze scioperano contro la politica della nuova Dirigenza che, contrariamente agli impegni presi in sede di privatizzazione: ha ridotto il personale occupato in aeroporto (vedi cooperative), ed ha  assorbito  la  parte rimanente con forme di precariato, abbassa la qualità del servizio reso ai passeggeri attraverso una costante riduzione del personale in turno.
Inoltre: costringe  i lavoratori a svolgere carichi di lavoro sempre maggiori in condizioni di criticità che aumentano le Possibilità à di errori (puntualmente sanzionati dall’Azienda) applica in modo contrattualmente irregolare la flessibilità nei confronti dei lavoratori part-time, ai quali viene richiesta una disponibilità assoluta nell’arco della giornata, a fronte di uno stipendio dimezzato sottovaluta, nonostante le reiterate richieste della Rappresentanza Sindacale Unitaria le problematiche relative alla sicurezza del lavoro, aggravando in particolare, attraverso il sistema della settorizzazione, il rischio infortuni per il settore rampa/operai e infine persiste in un atteggiamento di totale chiusura a discutere e cercare soluzioni concordate con la Rappresentanza Sindacale Unitaria.    
In una situazione tale, siamo costretti a ricorrere allo strumento dello sciopero nostro malgrado.  
Teniamo a  precisare che l’astensione dal lavoro avverrà in osservanza di quanto dispone la normativa sugli scioperi nei servizi pubblici essenziali. 
Ci scusiamo per il disagio arrecato ai Signori passeggeri  
Firenze 28 febbraio 2005
                                                                                         La  R.S.U. AdF
 

FaceBook