Grave incidente stamani mattina all’Aeroporto di Firenze, coinvolto un operatore di rampa che durante le operazioni di carico bagagli sul volo per Milano, si trovava ai comandi del Loader (macchina per carico contenitori bagagli).


A questo operatore è stato schiacciato un polso tra il portellone di chiusura dell’aeromobile e il Loader stesso, riportando la frattura scomposta del polso.
Quanto accaduto per i soccorsi, in Aeroporto è sito un punto di Pronto Soccorso fisso,  è ancora più sconcertante; all’operatore è stata effettuata una fasciatura provvisoria con una stecca di legno ricavata da un pezzo di PANCALE (utilizzato per movimentare carichi di merce), dopodiché, nonostante la presenza di un’autoambulanza nel sedime aeroportuale è stato fatto accompagnare al Pronto Soccorso di Careggi da un collega con la propria auto.
Più volte in passato è stato evidenziato la mancanza di organizzazione e a volte di attrezzature necessarie per apportare i primi interventi sia nei casi interni che sugli utenti; con l’incidente di oggi abbiamo la conferma che il punto di Pronto Soccorso Aeroportuale non è adeguato e all’altezza di fare interventi efficaci.
L’incidente poteva avere conseguenze più gravi se l’operatore fosse stato in una posizione diversa, solo una serie di circostanze fortuite hanno evitato il peggio.
Non crediamo che la SICUREZZA in posti come l’Aeroporto, ma non solo, possano essere affrontate con questa leggerezza.
Distinti saluti.  
Firenze 04/11/2005  
RSU A.d.F.  C/O Aeroporto di Firenze 
50127 Via del termine 11 Firenze Fax 0553061355    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FaceBook