Comunicato Stampa  
Comunicato Stampa: ennesimo infortunio sul lavoro. 
L’ennesimo incidente sul lavoro all’ILVA di Cornigliano non fa che mettere in rilievo il rischio cui sono quotidianamente sottoposti i lavoratori.  Rischio frutto di una esasperata ricerca del profitto a costo di un altrettanto esasperato sfruttamento dei lavoratori e degli impianti, la cui mancata manutenzione riduce ulteriormente la sicurezza per i lavoratori stessi.
Anche per l’ILVA, come per il trasporto aereo, ferroviario, ecc., l’interesse a ricavare profitti dalle aree e dai marchingegni finanziari, piuttosto che dal processo produttivo, produce non solo licenziamenti e tagli di addetti ma anche e soprattutto insicurezza.
Dalle ultime notizie, pare, che questa volta non ci sarebbe “scappato il morto”, ma in Italia muoiono ogni giorno 4 lavoratori,  ed ogni anno rasentano il milione gli infortunati.
Per questo alla FLMU-CUB non può bastare la rituale ora di sciopero per commemorare il defunto di turno. Per questo la FLMU-CUB propone che, almeno, si apra immediatamente anche a Genova una vertenza sulla sicurezza che coinvolga tutte le categorie.
Genova, martedì 6 luglio 2004
                                                                                    Cordiali saluti 
                                                                        Il coordinatore provinciale
                                                                            Eraldo Mattarocci 

FaceBook