comunicato stampa
Dopo lo sciopero di oggi che ha visto una grande adesione, la CUB, Confederazione Unitaria di Base, continuerà la lotta nel settore trasporti per ottenere congrui e consistenti aumenti salariali
RIUSCITO LO SCIOPERO, ORA PREPARIAMO LA MANIFESTAZIONE NAZIONALE
Punte del 90%a Reggio Emilia, 70% a Milano e Roma, 60% a Venezia, 40% a Genova
Si sta tenendo in queste ore lo sciopero nazionale degli autoferrotranvieri indetto dal Coordinamento Nazionale di Lotta per il rinnovo del contratto nazionale, aumenti salariali, contro privatizzazioni, smembramenti e lo smantellamento del servizio pubblico di trasporto.
L’adesione è stata generalmente alta con punte del 90% a Reggio Emilia, 60% a Venezia, 40% a Genova e 70% a Milano e Roma con almeno una linea metropolitana ferma.
Mentre i rappresentanti delle aziende continuano a trattare con organizzazioni che non hanno ormai più da tempo la rappresentanza della categoria, la deriva della categoria continua con la precarizzazione del rapporto di lavoro, assunzioni con contratti atipici, riduzione del servizio, divisioni di aziende, peggioramento delle condizioni di lavoro, aumento delle sanzioni disciplinari a carico dei lavoratori.
Nonostante la cappa di silenzio fatta scendere come al solito sulle motivazioni dello sciopero, l’alta adesione in alcuni posti di lavoro ha sbugiardato nei fatti le microscopiche percentuali che i dirigenti delle Aziende hanno sbandierato in questi giorni cercando di esorcizzare un’azione di lotta che non solo doveva ancora tenersi ma che sanno benissimo essere solo la punta dell’iceberg contro ogni divisione e progressivo smantellamento delle Aziende stesse. 
Quella che era stata sbandierata come la cura del settore dei trasporti, la privatizzazione, si sta invece dimostrando la malattia che rende i cittadini e i lavoratori vittime dei tagli al diritto alla mobilità sociale che tanto si dice di voler difendere quando i lavoratori scioperano per la sua difesa.
La lotta, lungi dall’essere conclusa, proseguirà con la preparazione di una manifestazione nazionale di tutti i settori del trasporto, organizzata dai Sindacati di Base, per la difesa del diritto di tutti ad un trasporto pubblico e sociale, contro ridimensionamenti salariali e normativi per i lavoratori, per il rinnovo del contratto nazionale con congrui e consistenti aumenti salariali e per lo sviluppo del settore al quale devono essere assegnate le risorse necessarie ed indispensabili.
Milano 15 sett 04

FaceBook