COMUNICATO STAMPA
SCIOPERO DEL 31 MAGGIO DEL TPL 
I lavoratori del trasporto pubblico locale respingono al mittente (ASSTRA e ANAV) lo zuccherino avvelenato!!!!!!! Questi i primi dati sull’adesione allo sciopero promosso dal coordinamento del sindacalismo di base. 
NAPOLI:             ANM NAPOLI adesione allo sciopero 80%;
SEPSA Treni chiusa;
SEPSA Ischia ferma;
FIRENZE                                “            “            “           90%                 
TORINO:                               “          “              “            75%;
MILANO:            Mezzi superfice            “               “     70%;
TRIESTE:                               “            “            “           46%
UDINE:                                                “            “            51%
BOLOGNA                              “            “            “           85%
VENEZIA            Automob.       “            “            “          75%
                        Navigaz.         “            “            “             69%
ROMA             Metropolitana A                                     CHIUSA
                        “                    “ B                                    CHIUSA
                        Roma Pantano                                      Ferma    
                        Roma Lido                                             Ferma
                        Autobus                      “            “             50%
                        Sita                              “            “            75% 
Questi sono i primi dati che dimostrano l’indisponibilità dei lavoratori a subire le provocatorie proposte delle Aziende. I lavoratori non accettano di barattare l’indennità di malattia (un diritto e un baluardo di civiltà) con il rinnovo del secondo biennio economico. 
Il Sottosegretario Sacconi non può che prendere atto della risposta dei lavoratori e quindi non può non convocare il Sindacalismo di Base!! Non può stare a guardare!! Deve far rivedere la posizione del Governo sulla rappresentatività sindacale non essendo esaustiva con la rappresentatività delegata a chi sottoscrive accordi.
Il Governo deve intervenire sulla parte economica stabilendo regole certe ed esigibili per il finanziamento del trasporto pubblico locale, per la parte normativa e per gli aspetti previdenziali del settore, per dare risposte alle problematiche riguardanti i lavori usuranti, le malattie professionali, inidonei, la diaria di malattia.
Roma, 31/05/2005 
I Coordinatori Nazionali 
SULT TPL,    (Pronesti) 
SINCOBAS,   (Cortese)
 CUB Trasporti,    (Antonini)
 SLAI COBAS,      (Signore)  
 CONF.NE COBAS LAVORO PRIVATO (Nannini)

FaceBook