Conclave di Caserta: La Cub ritiene sbagliata e massacrante per i lavoratori, i pensionati ed il paese la scelta del Governo di perseguire con le politiche sociali liberiste in continuità con quelle del governo Berlusconi e rivendica una politica di ridistribuzione del reddito a favore dei ceti popolari.

Comunicato Stampa

Conclave:
La Cub, ritiene sbagliata e massacrante per i lavoratori, i  pensionati ed il paese perseguire una scelta di politiche sociali liberiste in continuità con quelle del governo Berlusconi e rivendica una politica di ridistribuzione del reddito a favore dei ceti popolari.
E’ stato nominato il conclave della distensione quello che si terra a da oggi a Caserta, un vertice per riappacificare le varie anime della maggioranza, riformisti e massimalisti.
Un incontro per decidere sulle riforme da fare in pieno stile liberista, pensioni lavoro coppie di fatto giustizia, ecc…  
Un incontro per dimostrare l’infondatezza della teoria che il governo è ostaggio della sinistra radicale.
Si procede con le privatizzazioni, si continua a concedere mobilità, regalano tfr a fondi pensione (scippandolo ai lavoratori con il silenzio assenso),  che crolleranno come pere cotte alla prima crisi di Borsa, discutono animatamente di come tagliare le pensioni, aumentano le spese per la difesa e i fondi per la scuola privata.
Diciamo la verità:
i riformisti non se la sono mai spassata tanto come da quando sono ostaggi della sinistra radicale, la quale sinistra per riscatto, tra l'altro, non ha ancora ottenuto niente, né la legge Biagi, né la Bossi-Fini, né i Pacs.
Questa maggioranza a vinto le elezioni su di un programma che prevedeva  una linea politica opposta al governo precedente, ma la finanziaria e la politica portata avanti in questi mesi dimostrano la continuità di scelte politiche con il governo Berlusconi.
La Cub, ritiene sbagliata e massacrante per i lavoratori ed il paese perseguire una scelta di politiche sociali liberiste e rivendica:
·    No allo scippo del Tfr
·    L’aggancio delle pensioni all’andamento reale dei prezzi e alla dinamica salariale
·    L’aumento delle pensioni in essere- L’esenzione dalle trattenute fiscali sulle pensioni.
·    Finanziamento della previdenza pubblica anche sulla ricchezza che l’intero sistema crea.
·    Rendere effettiva la separazione tra assistenza e previdenza.
·    Aumento reale delle retribuzioni
·    Il ripristino della democrazia sindacale e del diritto di sciopero.
·    Pari opportunità per le coppie di fatto
·    Abolizione della legge 30 e pacchetto Treu

Pomigliano, 11 gennaio 2007

CUB CAMPANIA

Pomigliano via Naz. Delle Puglie 110.                                     
Tel./ Fax 0810603165. E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
 

FaceBook