COSVAL: SCIOPERO a Sesto Ulteriano contro il licenziamento di 28 lavoratori
COMUNICATO STAMPA

Quasi sicuramente dietro la messa in liquidazione c’è una manovra delle societàà finanziarie per cancellare i posti di lavoro.

Cosval di Sesto Ulteriano in liquidazione: 28 posti di lavoro a rischio


Angelo Pedrini, CUB: La produzione di valvole è ancora necessaria: ma allora dove hanno deciso di spostarla? Al ‘gruppo Dorin’, alla famiglia Balduino e agli altri azionisti chiediamo il ritiro della procedura della liquidazione e la continuità produttiva o da parte del “gruppo” lavoro e commesse che siano in grado di dare prospettiva ai lavoratori”.

La societàà Cosval dai primi di dicembre è stata messa in liquidazione e tutti i dipendenti rischiano i licenziamenti collettivi. “Più che un rischio è quasi una certezza – afferma Angelo Pedrini responsabile regionale CUB - ma noi lotteremo duramente per impedirlo. La societàà è presente sul territorio da oltre 25 anni e ha prodotto valvole per refrigeratori per diversi e importanti marchi. Il controllo della societàà tramite le finanziarie – spiega Pedrini - è della famiglia Balduino che detiene la societàà Officine Meccaniche Dorin di Scandicci e ne utilizza da sempre gran parte della produzione. Il mercato dei condizionatori ha tirato per anni, anche se recentemente ha avuto un rallentamento ma non c’è una giustificazione ai bilanci in rosso. L’impressione – continua Pedrini - è che abbiano manovrato a tavolino la chiusura per spostare la produzione delle valvole altrove. La FLMUniti-CUB e l’assemblea dei lavoratori protestano contro queste scelte e tenteranno tutte le strade per evitare la chiusura cercando anche il coinvolgimento delle istituzioni al fine di svelare il reale progetto di chi tira le fila.

Per decenni gli azionisti di maggioranza e di minoranza delle finanziarie – protesta Pedrini - hanno lucrato sulla pelle dei lavoratori della Cosval, hanno guadagnato enormi cifre, oggi non possono pensare di liberarsi di tutto con una mossa come quella della liquidazione. Lavandosene le mani.Chi ha preparato questa scelta è direttamente responsabile e quindi deve trovare una soluzione per i lavoratori e le loro famiglie. Quindi al “gruppo” Dorin, alla famiglia Balduino e agli altri azionisti chiediamo il ritiro della procedura della liquidazione e la continuità produttiva o da parte del “gruppo” lavoro e commesse che siano in grado di dare prospettiva ai lavoratori. Non possono pensare dopo aver fatto profitti ieri di scaricare sulla collettività e sulla societàà il peso e il dramma di 28 licenziamenti.

Lunedì 19 dicembre faremo sciopero con assemblea e conferenza stampa dalle 10,30 ai turni mensa presso la stabilimento della Cosval in via Benaco, 2 angolo via Lombardia Sesto Ulteriano fraz. S.Giuliano.

Sesto Ulteriano, 16-12-2005
FaceBook