STRAGE VIAREGGIO: Il Procuratore Generale chiede condanne fino a 8 anni e 2 mesi

Nella requisitoria formulate 10 richieste per 10 dei 16 imputati nel processo di appello bis

A Firenze si sta celebrando il processo di appello bis per la strage di Viareggio del 29 giugno 2009, in cui un treno merci deragliò provocando un devastante incendio e una conseguente esplosione in cui persero la vita

trentadue persone e un centinaio rimasero ferite.


Il sostituto procuratore generale Affronte, per 10 su 16 imputati, ha chiesto condanne da 3 anni e 6 mesi fino a 8 anni e 2 mesi tra manager italiani, addetti e dirigenti delle società tedesche e austriache del trasporto ferroviario coinvolte nel disastro del treno merci del 29 giugno 2009.

Le pene sono state ricalcolate dalla procura generale sottraendo la parte relativa all'accusa di omicidio colposo plurimo, dichiarata prescritta con sentenza della Corte Cassazione, per il venir meno dell’aggravante della violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro.

Per tutti gli imputati l’unico reato al momento contestato è quello di ‘disastro ferroviario’.

 

Di seguito le richieste formulate: Vincenzo Soprano, ex Ad di Trenitalia, 5 anni e 6 mesi (condannato a 6 anni nel primo processo), accusato di aver noleggiato e utilizzato i carri merci tedeschi omettendo di far verificare l'avvenuta esecuzione dei controlli; Uwe Kriebel, operaio dell'officina di Junghental addetto ai controlli, 6 anni e 6 mesi (6 anni e 10 mesi in precedenza); Helmut Broedel , funzionario dirigente dell'officina Junghental di Hannover, 6 anni e 6 mesi (6 anni e 10 mesi); Andreas Schroeter, tecnico di Junghental, 6 anni e 6 mesi (6 anni e 10 mesi); Peter Linowski , Ad di Gatx Rail Germania, 8 anni e 2 mesi (8 anni e 8 mesi); Rainer Kogelheide , Ad di Gatx Rail Austria, 8 anni e 2 mesi (8 anni e 8 mesi); Roman Meyer,

responsabile flotta carri di Gatx Austria, 7 anni e 4 mesi; Johannes Mansbart, manager Gatx Rail Austria, 7 anni e 4 mesi; Paolo Pizzadini, manager di Cima Riparazioni, 3 anni e 6 mesi; Daniele Gobbi Frattini, responsabile tecnico Cima riparazioni, 3 anni e 6 mesi.

 

 

FaceBook