Sabato 30 aprile in occasione della giornata mondiale contro l'amianto, in largo Ghiringhelli (piazza Scala), alle ore 10.00, il Comitato Ambiente Salute del Teatro Scala e la Cub Info e Spettacolo organizzano un presidio

Alla Scala l'amianto ha colpito duramente tante lavoratrici e lavoratori. La lotta per le bonifiche e per il riconoscimento della prevenzione ai lavoratori nonché l'inserimento nel registro degli ex esposti all'amianto di centinaia di essi ha fatto nascere un processo nel quale vengono imputati 5 dirigenti per omicidio colposo.


Oggi, a un anno dalla sentenza di primo grado che li vede assolti, denunciamo il ritardo della magistratura a cominciare dal processo d'appello. Decine di vittime per malattia professionale, numerose testimonianze dei lavoratori al processo e altrettanti esposti all'ATS sono lì a dimostrare che morire per amianto non è una casualità ma il frutto dell'ignavia di chi aveva il dovere di informare e formare i lavoratori sui rischi provocati dall'esposizione alle fibre killer e non lo ha fatto.
I parenti delle vittime e le parti civili del processo, la Cub, il Comitato della Scala e per la difesa della salute nel territorio di Sesto San Giovanni, nonché Medicina democratica e A.i.e.A saranno in piazza per chiedere verità e giustizia per i nostri morti.
Sarà l'occasione per ricordare e ringraziare il grande Michele Michelino del comitato di Sesto che ha dato e fatto tanto per i lavoratori della Scala.

Comitato Ambiente Salute Teatro Scala e Cub Info e Spettacolo

FaceBook