Il sindacato di Base Cub di Pisa aderisce alla manifestazione del 23 aprile contro la militarizzazione dei territori pisani e livornesi e il potenziamento della base Usa e Nato di Camp Darby 

Il sindacato rappresentativo è silente verso i progetti di guerra che attraversano i nostri territori e destinano fondi comunitari a tale scopo, soldi sottratti ai salari, alle pensioni, al welfare, alla scuola e alla sanità.

Il silenzio dei sindacati è l'ennesima dimostrazione che tacere sugli attacchi ai salari e al potere di acquisto, tacere davanti al restringersi degli spazi di democrazia nei luoghi di lavoro è il prodotto di politiche arrendevoli e subalterne verso le associazioni datoriali e i Governi di turno.

La soluzione non è quella di spostare la base di Coltano ad Ospedaletto per costruire una cittadella militare alle porte di Pisa , questi soldi dovrebbero essere investiti per favorire la riconversione agricola di tutta l'area, la bonifica dei territori inquinati (terreni, corsi d'acqua) e un piano di rilancio di Ospedaletto per abbattere la cementificazione dell'area che è il prodotto di politiche urbanistiche miopi e  del silenzio sulla delocalizzazione di tante imprese che nel corso degli anni hanno abbandonato il territorio come dimostrano i capannoni abbandonati e fatiscenti.

La militarizzazione dei territori non porta lavoro, ma solo servitù!

CUB Pisa

FaceBook