Quella emanata dal governo Draghi è una riforma che pone l’ambito fiscale quale terreno di scontro di classe, un sistema di tassazione che aumenta ulteriormente le disuguaglianze. A essere premiati sono infatti i più abbienti, a discapito dei contribuenti che dispongono di un reddito medio basso. Dipendenti e pensionati tuttora assicurano per l’85% le entrate Irpef e un sistema di contribuzione equo dovrebbe andare nella direzione di una diminuzione della pressione fiscale proprio su queste categorie, andando a far emergere l’evasione che secondo le stime più recenti ha raggiunto livelli intollerabili per una Pese civile.
Di questo si discuterà lunedì 17 gennaio alle ore 18, con un collegamento webinar sulla pagina facebook della Cub (link alla pagina) con Mario Pomini, docente universitario e autore de “Il prisma della flat tax”; Renato Strumia e Federico Giusti della Cub.

FaceBook