SEA S.p.A (Società Esercizi Aeroportuali) attraverso una convenzione con ENAC, ha la gestione del servizio aeroportuale Milanese. Fino a pochi anni fa SEA era di proprietà del Comune di Milano, quindi interamente pubblica, con la concessione statale per il servizio aeroportuale milanese. SEA opera quindi a Malpensa e Linate in regime di monopolio. La dirigenza dopo aver venduto buona parte delle azioni SEA ai privati, e aver esternalizzato parecchie attività strategiche, tra cui parte della vigilanza e del servizio di terra, ora con una “operazione lampo”, vede i suoi amministratori apprestarsi a cedere ai privati anche i sistemi informativi degli aeroporti Milanesi con la scusa delle attività Core o non Core Business, con buona pace dei diritti dei lavoratori e della buona occupazione.
Nella sostanza quindi gli amministratori locali lombardi, che ricevono dallo Stato la gestione di un settore strategico, piano piano lo stanno “svendendo” ai privati in nome del profitto, facendosi reali responsabili del dilagante precariato anche in un settore delicato come quello aeroportuale.

 

Leggi il comunicato completo

FaceBook