Milano, 7 dicembre 2021 - Prima scintillante alla Scala

Come da tradizione, nel giorno di Sant'Ambrogio a Milano si è ufficialmente aperta la stagione scaligera, quest'anno con il Macbeth di Verdi, alla cui rappresentazione era presente in sala, tra le altre personalità intervenute, anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Numerosi erano i giornalisti, anche stranieri, assiepati a ridosso delle transenne e imponente lo spiegamento di forze dell'ordine messo in campo a presidiare la piazza e l'ingresso del Teatro, che per l'occasione è stato potenziato in un centro città dove da quest'estate ogni sabato va in scena la protesta di una moltitudine di cittadini contrari alle restrizioni anti pandemia che il Governo ha via via implementato. 


Anche la Cub, insieme al centro sociale il Cantiere, ha voluto essere presente, con una contro-inaugurazione alternativa per dare voce a tutti coloro che non condividono le politiche portate avanti in materia economica e sociale: Lavoratori e cittadini a cui da due anni viene detto che la loro salute è il bene primario ma che non possono che constatare come le decisioni del Governo Draghi privilegino i soliti noti. Con l'ultima Finanziaria infatti, si è scelto di destinare a sanità e scuola pubbliche solo una misera porzione dell'enorme afflusso di fondi che l'Esecutivo si appresta a distribuire con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, a tutto vantaggio degli investimenti nel settore della tecnologia e del digitale.

Sullo sfondo di una scenografia allestita per l'occasione, in cui non sono mancati i fuochi d'artificio finali, gli appartenenti alla Confederazione unitaria di base e i ragazzi e le ragazze del Cantiere, hanno preso la parola evidenziando le incongruenze nella redistribuzione della ricchezza in un momento particolarmente complesso e difficile sia nel nostro Paese che nel resto del mondo.

Tra gli interventi anche quello di un rappresentante del comparto dello Spettacolo, che ha denunciato l'inadeguatezza delle misure a tutela dei lavoratori e delle lavoratrici, senza tralasciare la situazione in cui versano quei dipendenti scaligeri colpiti da mesotelioma, per l'annosa esposizione alle fibre di amianto nello svolgimento del proprio lavoro. 

 

 

 

FaceBook