GLI ULTIMI SARANNO ALLA PRIMA

Milano, 7 dicembre 2021 – Piazza della Scala ore 15 per dire NO alle politiche economiche del Governo.

 “La politica economica del Governo e la Legge di bilancio 2022 hanno smascherato la politica di Draghi, che destina soldi e sgravi ai padroni e agli industriali e poco o nulla ai lavoratori: Pensioni, sanità, scuola, precariato, casa rimangono problemi del tutto irrisolti.

La CUB per questo chiama alla protesta i cittadini e i lavoratori di tutte le categorie nel giorno in cui Milano si mette in vetrina e si fa bella dimenticando colpevolmente le legittime istanze di chi vuole riconosciuti i propri diritti tra cui quello a un trattamento dignitoso sul posto di lavoro e nella società".

Abbiamo un piano sembrano dire il capitale finanziario europeo e globale, il governo di Mario Draghi e i potenti della terra trovatisi al G20 e alla Cop26 di Glasgow.

Il piano che propongono però non salverà la terra dalla catastrofe ecologica, non lenirà le ingiustizie globali né renderà più semplice la sconfitta della Pandemia anzi porterà anche i singoli Stati ad aumentare considerevolmente il proprio debito pubblico con conseguenti politiche di lacrime e sangue per il welfare”.

 “L’1% della popolazione mondiale da anni prova a far pagare le conseguenze di un sistema economico e sociale insostenibile a chi già subisce sulla propria pelle le ingiustizie conseguenti.

Sono loro invece i primi a dover porre rimedio e deviare la rotta da una strada che ci conduce tutti verso il baratro”.

 

Martedì 7 dicembre proviamo a ricordarglielo a una prima senza Draghi ma con molti draghetti!

 

Contatti:

Ufficio stampa Cub NazionaleQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FaceBook