La Confederazione Unitaria di Base di Genova e il Coordinamento di Resistenza Genova formato dalle associazioni di Genova (e portuali) hanno proclamato uno sciopero - aperto a tutti e senza bandiere - del personale della Grande Distribuzione esteso a tutti i supermercati genovesi. 

In questo momento storico, l'attacco ai lavoratori passa anche attraverso il green pass. Ma soprattutto con l'aumento di tariffe, benzina, costo della vita, modifica dell'art. 2112 C.C. (clausola sociale per i cambi appalto o la cessione di ramo d'azienda), nuovo allungamento dei tempi per poter andare in pensione, riduzione delle ore di lavoro e liberalizzazione dei licenziamenti.

È per questo motivo che bisogna unire le forze dell'opposizione sociale e rispondere anche con lo sciopero.

La Confederazione Unitaria di Base di Genova e il Coordinamento di Resistenza Genova formato dalle associazioni di Genova (e portuali) le quali hanno tenuto uniti i cittadini in questo momento storico - hanno infatti proclamato uno sciopero (aperto a tutti e senza bandiere) del personale (ad eccezione dei lavoratori soggetto alla legge 146/90 e 83/00 servizi minimi essenziali) della grande distribuzione esteso a tutti i supermercati genovesi come - Tigullio Carni, Sogegross, Ekom, Basko, ecc, tra questi sono inclusi pulizie e sanificazione dell'azienda Coop Ge, i lavoratori della Coop GEAT, Ansaldo Energia, Hitachi, Acciaierie d'Italia e Fincantieri di Genova per 24 ore per l'intera giornata del 04 novembre 2021.

LO SCIOPERO E' STATO INDETTO:

  • Contro l'introduzione del green pass che discrimina i lavoratori e li costringe a pagare per poter lavorare.
  • Contro gli aumenti delle tariffe (luce, gas, benzina, ecc) e La manovra Finanziaria.
  • Contro la precarizzazione del lavoro.
  • Per consistenti aumenti salariali che facciano fronte all'aumento del costo della vita.
  • Contro i licenziamenti striscianti che colpiscono in particolare le lavoratrici.

Nessun lavoratore deve restare fuori dal posto di lavoro, nessun cittadino deve essere obbligato a sottostare ad una 'cura' che non vuole.

Lottare contro il peggioramento delle proprie condizioni di vita e di lavoro, in difesa di leggi e della Costituzione che vengono impunemente calpestate, non è un'opportunità del momento ma una necessità storica che tutti devono sentire sulla propria pelle.

Per tutti, cittadini, lavoratori, scioperanti, manifestazione

il 4 novembre 2021 dalle ore 09,30

con partenza da PIAZZA DE FERRARI.

FACCIAMO SENTIRE AL GOVERNO DEL RICATTO LA NOSTRA FORZA, PERCHE' ACCADA QUEL CHE ACCADA...

PERCHE' LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!

CUB GENOVA

Volantino sciopero del 4 novembre 2021

FaceBook