Lavoratori e lavoratrici addette al servizio di pulizie aeroporto di Malpensa - Egr.Sig. Sindaco Dott. Pisapia - Le trasmettiamo una lettera di lavoratrici Ns. associate addette alla pulizia dell’Aeroporto di Malpensa che ci hanno pregato di farle avere viste le problematiche che si stanno attualmente verificando.

 

Egr.Sig. Sindaco Dott. Pisapia


Le trasmettiamo una lettera di lavoratrici Ns. associate addette alla pulizia dell’Aeroporto di Malpensa che ci hanno pregato di farle avere viste le problematiche che si stanno attualmente verificando.

Siamo un gruppo di operaie del servizio di pulizia dell’aeroporto di Malpensa. Ci rivolgiamo a Lei, con questa  lettera, in quanto sindaco di Milano e quindi principale azionista  SEA per sottoporLe la gravità della situazione in cui ci troviamo.
La recente gara di appalto per il rinnovo dell’ assegnazione del servizio di pulizia nell’aeroporto ha visto il consorzio a cui apparteniamo e che ha sempre garantito, da 12 anni a questa parte qualità e servizio, arrivare terzo.
La ditta vincitrice, un certo gruppo Romeo di Napoli, ha vinto la gara applicando uno sconto di ben il 33%  sul prezzo base offerto da SEA. Sicuramente questo ribasso e’ stata la carta vincente, ma,  purtroppo,  il considerevole e appetibile sconto si giocherà sulla nostra pelle. Spieghiamo:  
•    attualmente percepiamo uno stipendio di circa 750 euro al mese che diventano circa 850 spalmando la tredicesima, più o meno 600 euro, e la quattordicesima, altri circa 600 euro,  sui dodici mesi dell’anno. Una cifra già bassa e ben al di sotto della soglia di povertà,  quando questo salario si riferisce ad una famiglia monoreddito.
•    Si vocifera che  la societàà subentrante, per contenere  i costi nella cifra offerta,  dovrà modificare profondamente il nostro contratto sopprimendo:

o    le gratifiche
o    le ferie
o    i permessi
o    le malattia  
o    procedere alla riduzione delle ore di lavoro con conseguente riduzione di salario,
o    procedure a una consistente riduzione del personale


In sostanza lavoreremo, per quelli di noi che sopravivranno alle purghe, per che cosa?
Credo che la nostra dignità e il nostro borsellino saranno ampiamente calpestati .
Vi e’,  per di più, un altro problema … e non di poco conto. Il gruppo Romeo di Napoli, vox populi, da  indagini su internet e da quanto riportatoci da colleghi di altre cooperative già operanti a Malpensa facenti capo allo stesso,  ci risulta essere molto, ma molto “chiaccherato” per  inadempienze contrattuali.
Sig. Sindaco … e’ al corrente di questi  fatti?   Data la sua ben nota sensibilità alle problematiche sociali e ai problemi dei lavoratori più deboli pensiamo di no! La preghiamo, si informi!  Indaghi! Prenda le nostre difese … le difese di chi, che come noi, già fa un lavoro umile ma decoroso per poter sostenere se non addirittura mantenere una famiglia intera.
Le chiediamo faccia in modo che vengano garantiti e mantenuti in vigore gli accordi esistenti.
Sig. Sindaco, ci aiuti!  Che dal sue cuore erompa la spinta sociale che l‘ ha portata là dove e’ arrivato, grazie anche al nostro voto.

Lavoratori e lavoratrici addette al servizio di pulizie aeroporto di Malpensa

Busellato Eugenio A.L.Cobas- CUB

Sede Nazionale A.L.Cobas                   Sede Milano A.L.Cobas
 via Pasubio, 8                                         via degli Apuli, 2 angolo
 21013 Gallarate (Va)                            via Odazio  20147 Milano
 tel.0331/076413-772337                    tel./fax 02/45499507
 fax.0331/1832254            
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.    
  

 

 

FaceBook