AL Cobas – CUB - GIUSTIZIA E’ FATTA! La lavoratrice della Lindt&Sprungli Spa riammessa dal magistrato al suo posto di lavoro.

COMUNICATO STAMPA

 

 

 

GIUSTIZIA E’ FATTA!
La lavoratrice della Lindt&Sprungli Spa
riammessa al suo posto di lavoro
.

Si stà attraversando un duro periodo per tutti i lavoratori e le lavoratrici, ma quando una notizia come questa diventa realtà è una soddisfazione per tutti i subordinati e l’O.S. che l’ha sostenuta.

Alla  lavoratrice, stagionale dal 13.06.2002, non veniva riconosciuto il diritto al lavoro stabile.
Rivoltasi all’A.L.Cobas-Cub, con la tutela dell’avv. Giovanni Sertori di Milano, ha intentato una causa d’urgenza (700), affinché le venisse riconosciuto il diritto al lavoro stabile nella sede di Induno Olona (Va).
Il giudice del lavoro Dott.ssa Fumagalli ha fatto giustizia accogliendo le ragioni della lavoratrice.
La Lindt&Sprungli Spa abituata, senza tanti contrasti, ad usare la precarietà come regola, con circa 500 dipendenti nello stabilimento di Induno Olona (Va), aveva in un primo momento, trasferito la lavoratrice che aveva osato reclamare un diritto sacrosanto, a Magenta, dove non c’è nessun addetto alla produzione, collocando la lavoratrice alla pulizia e di fatto a mansioni non corrispondenti alla propria.
Ed è grazie al coraggio, alla determinazione e alla  grande dignità con cui  la signora, supportata da questa O.S., ha affrontato un colosso dell’industria del territorio, che possiamo oggi con soddisfazione affermare che:

LA LOTTA,
LA NON SOTTOMISSIONE, LA SPERANZA E LA RESISTENZA NEL DIFENDERE I NOSTRI DIRITTI DEVE ESSERE, CON DIGNITA’ E COERENZA, SOSTENUTA AD OLTRANZA!


Varese, 4.07.2012

AL Cobas – CUB

 

 

 

FaceBook