131 PERSONE RIMASTE SENZA LAVORO E SENZA PROSPETTIVE

Milano, 1 aprile marzo 2021 – A Taranto è scattata il 25 febbraio la protesta dei 131 lavoratori del progetto “Verde Amico, impegnati in città nelle “bonifiche leggere”. Da allora, a contratto scaduto, sono senza lavoro e senza alcuna prospettiva.

Da oltre un mese proseguono una mobilitazione permanente: “Tutte le mattine dalle H 8:30 alle H 12:30 siamo in presidio di fronte alla sede del Comune di Taranto - spiega Luigi SARLI, coordinatore provinciale FLAICA-CUBNessuno ci riceve, nessuno ci da una speranza per il futuro. Siamo al solito scarica-barile”.

Il progetto “Verde Amicoavviato nel 2018, ha coinvolto diverse amministrazioni pubbliche (Regione Puglia, Provincia, Comune di Taranto e Commissario Straordinario per le Bonifiche). Nel corso degli anni hanno ripulito la città da tonnellate di materiale abbandonato, tra cui reti, bottiglie e imballaggi in plastica, inerti da scarti edili, rifiuti pericolosi (gestiti attraverso ditte specializzate).

Viviamo in una situazione di estrema precarietà - precisa Luigi SARLI - Siamo tutti lavoratori in prossimità della pensione, per noi questo lavoro è necessario. Per ora sopravviviamo con le nostre famiglie con l’indennità mensile Naspi, ma a giugno finirà”.

I lavoratori saranno in piazza Castello anche domani, venerdì 2 aprile e subito dopo Pasqua, martedì 6 aprile in attesa di un riscontro.

1 aprile 2021

FaceBook