Milano, 30 marzo 2021 – Ha pagato la mobilitazione alla AF Logistic di Nichelino, nel torinese, dove i lavoratori, hanno siglato un nuovo accordo contrattuale.

Dopo lo sciopero del 26 marzo dei lavoratori che sono impiegati in cooperative che curano servizi di subappalto di IKEA, è stata avviata una trattativa tra la CUB Trasporti di Torino e Città Metropolitana e AF Logistics.

L’accordo firmato prevede:

- applicazione integrale del CCNL Logistica e Trasporti
- pagamento corretto di ferie, malattie e straordinari
- costituzione di una commissione di verifica congiunta dei carichi di lavoro tra RSA e responsabili delle cooperative
- obbligo per AF Logistics di fornire 48 ore prima l’ipotesi di organizzazione della giornata di lavoro


In sede di accordo si è anche convenuto sulla possibilità effettiva di applicare l’articolo 42 del CCNL che prevede per le imprese appaltanti la possibilità di rescissione del contratto di subappalto nei confronti degli eventuali subappaltanti che non rispettassero le norme contrattuali.

“Diamo un giudizio positivo a questo accordo – sottolinea Stefano CAPELLO, CUB Trasporti Torino e Città Metropolitana - che permette di mettere ordine nell’insieme dei rapporti di lavoro tra le cooperative e i loro dipendenti, superando la situazione attuale che vede alcune di queste essere in regola con il contratto mentre altre hanno finora evaso i loro obblighi contrattuali.
Un accordo ottenuto grazie alla mobilitazione di tutti i lavoratori del polo logistico, uniti e solidali, che hanno strappato un miglioramento effettivo delle loro condizioni di lavoro”.

Leggi articolo online su TorinoOggi

 

 

 

A Nichelino (Torino) nell’area un tempo occupata dalla ex Viberti, AF Logistics ha oggi il suo polo per la gestione del trasporto e montaggio dei mobili IKEA.  Foto da area ex Viberti del 26.3.2021 mattina

La Stampa del 27.3.2021

EX VIBERTI NICHELINO – AF LOGISTICS
Ampio successo dello sciopero di oggi al polo logistico di Nichelino.
La Cub Trasporti ha dichiarato ieri lo sciopero per l’intera giornata sul centro logistico ex Viberti di Nichelino. Lo sciopero è stato dichiarato per tutte le cooperative che lavorano in subappalto per AF

LOGISTICS sull’appalto trasporto e montaggio mobili IKEA.
L’agitazione è nata dalle condizioni in cui lavorano i dipendenti delle cooperative: mentre alcune delle cooperative rispetta il CCNL Logistica, altre pagano a giornata, non riconoscono la malattia, le ferie, i permessi per paternità e non pagano gli straordinari.
A questo si aggiunge un aumento esponenziale dei carichi di lavoro derivanti dall’esplosione dell’e-commerce e il comportamento svalorizzante verso lavoratori del responsabile locale della committenza. Lo sciopero è riuscito con percentuali superiori al 90% e ha visto la partecipazione dei lavoratori di tutte e cinque le cooperative che lavorano all’interno del polo.
Nel corso della giornata di sciopero si è avviata una trattativa con AF LOGISTICS e i responsabili delle varie cooperative che continuerà lunedì vertendo sulle criticità evidenziate dai lavoratori e dalla Cub Trasporti.
Al centro delle nostre rivendicazioni l’assunzione di un contratto unico per tutto il polo logistico che salvaguardi il reddito e i diritti di tutti i lavoratori interessati.

BASTA DISCRIMINAZIONI TRA I LAVORATORI DI COOPERATIVE DIVERSE. UNICO TRATTAMENTO SALARIALE E NORMATIVO PER TUTTI!


26.3.2021 CUB Trasporti Torino e Città Metropolitana

---------------------------------------------

Il lavoro non viene svolto direttamente da AF Logistics, ma da una serie di cooperative che operano in subappalto. Le situazioni normative e contrattuali di queste ultime sono particolarmente differenziate. In particolare ci sono cooperative che pagano la giornata lavorativa senza riconoscere la malattia, l’eventuale assenza e gli straordinari e le cui buste paga sono letteralmente da fame.

In aggiunta a questo ci son comportamenti inaccettabili di prevaricazione e discriminazione nei confronti dei lavoratori e il responsabile per AF Logistics del polo di Nichelino si è ripetutamente esibito in atteggiamenti scarsamente professionali e svalorizzanti dei lavoratori. A questo quadro non certo idilliaco bisogna aggiungere che, a seguito dell’eccezionale aumento delle vendite online, con conseguente trasporto e montaggio da parte dei lavoratori di queste cooperative, i carichi di lavoro sono straordinariamente lievitati senza che a questo sia corrisposto un aumento salariale.

Ci sono stati casi in cui una squadra di lavoro (composta da due persone) si è trovata a dover svolgere una giornata lavorativa composta da un montaggio cucina di dieci metri più alcune consegne magari al quarto piano senza ascensore.

E’ evidente anche a chi non abbia familiarità con queste lavorazioni che una giornata lavorativa di otto ore non basta nemmeno lontanamente ad esaurire questo tipo di richieste. I lavoratori del polo logistico di Nichelino sono stanchi di questa situazione che, nonostante le trattative avviate dalla nostra sigla sindacale continua a protrarsi. Per questo motivo venerdì 26 marzo hanno dichiarato sciopero per l’intero polo logistico a prescindere dalla cooperativa di appartenenza.

Chiediamo anche un coinvolgimento diretto di Ikea nelle trattative in quanto committente in grado di indicare procedure corrette nella determinazione dei carichi di lavoro e responsabile ultimo del valore complessivo dell’appalto.

Per questo motivo dopo il picchetto al polo logistico abbiamo intenzione di trasferire davanti ad IKEA Collegno il nostro presidio perché l’appaltante non può essere considerato estraneo alle scelte dell’appaltatore. La nostra piattaforma rivendicativa è semplice:

• Un contratto di polo logistico che riconosca pienamente il CCNL ed eviti le differenze tra dipendenti delle varie cooperative.

• La sostituzione del responsabile di AF Logistics Torino con un dirigente che sappia risolvere i problemi lavorativi e non si dedichi alla svalorizzazione dei lavoratori.

• Adeguamento dei carichi di lavoro all’effettivo peso delle varie lavorazioni con il coinvolgimento di IKEA nella determinazione del tempo necessario alle varie operazioni.

23.3.2021 - Per la CUB Trasporti Torino e Città Metropolitana, Stefano Capello 

Leggi online IL TORINESE

26.3.2021 la Voce di Torino

26.3.2021 Torino Oggi 

26.3.2021 Leggi online articolo Torino Oggi 

 

 

FaceBook