COORDINAMENTO LAVORATRICI E LAVORATORI ALBERGHI di MILANO E PROVINCIA  le organizzazioni sindacali FlaicaUniti–CUB, Sial-Cobas, Si-Cobas, Slaiprol-Cobas e Sol-Cobas

saranno in presidio sotto la Direzione Regionale della Lombardia dell’ INPS di Via Gonzaga, 6 a Milano. Metro3 Missori foto archivio cub

Per imporre misure urgenti e straordinarie a difesa della forza-lavoro di tutto il settore, il COORDINAMENTO LAVORATRICI E LAVORATORI ALBERGHI di MILANO E PROVINCIA promuove una grande mobilitazione di tutte le forze disponibili a scendere in lotta su rivendicazioni concrete e immediate:
- Pagamento immediato della cassa integrazione di Maggio e di quelle arretrate di Marzo e Aprile.
- Cassa integrazione straordinaria fino a fine anno e mantenimento del blocco dei licenziamenti.
Difendiamo il lavoro di tutte e tutti!
- Importo economico pari al 100% della retribuzione base, senza massimali e con applicazione delle detrazioni e il “bonus Renzi” anche per tutti i part-time.
Evento FB:

I LAVORATORI DEL TURISMO SETTORE ALBERGHIERO RISCHIANO LA FAME E IL LICENZIAMENTO DI MASSA
NASCE IL COORDINAMENTO UNITARIO DI SETTORE

I lavoratori e le lavoratrici del settore alberghiero, oltre 20.000 nella provincia di Milano, sono rimasti a casa dal lavoro già da fine febbraio, quando a causa del Coronavirus gli hotel si sono svuotati e tutte le prenotazioni sono state cancellate.
Gli ammortizzatori sociali arrivano a singhiozzo, a causa dei “massimali” si sta perdendo anche la metà della precedente retribuzione, le settimane di “cassa covid-19” si stanno già esaurendo (molti le hanno già terminate).
Inoltre a Milano i flussi turistici non riprenderanno in tempi brevissimi, dato che sono in gran parte legati agli eventi fieristici che sono stati tutti cancellati o rimandati in autunno, pertanto le settimane di proroga della cassa integrazione disposte dal D.L. “Rilancio” sono assolutamente insufficienti, mettendo l’intero settore a rischio di licenziamenti di massa.

Per imporre misure urgenti e straordinarie a difesa della forza-lavoro di tutto il settore, è necessaria una grande mobilitazione e quindi la costituzione di un coordinamento unitario di tutte le forze disponibili a scendere in lotta su rivendicazioni concrete e immediate:
• Pagamento immediato della cassa integrazione di Maggio e di quelle arretrate di Marzo e Aprile.

• Cassa integrazione straordinaria fino a fine anno e mantenimento del blocco dei licenziamenti. Difendiamo il lavoro di tutte e tutti!
• Importo economico pari al 100% della retribuzione base, senza massimali e con applicazione delle detrazioni e il “bonus Renzi” anche per tutti i part-time.

COORDINAMENTO LAVORATRICI E LAVORATORI ALBERGHI di MILANO E PROVINCIA

Scarica il comunicato in pdf

Milano, 11 giugno 2020

 

 

 
 
 
 
 
 
 
FaceBook