Presidenza del Consiglio
Alla cortese attenzione
Prof. Conte Giuseppe
Palazzo Chigi
Piazza Colonna 370
00187 Roma (RM)

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Via Fornovo n°8
00192 Roma (RM)

Ministero dei Beni culturali e del Turismo
Via del Collegio Romano 27
00186 Roma (RM)

Spett.le Assosistema
Spett.le Assaeroporti
Spett.le Confcommercio
Spett.le Confindustria
Spett.le Confapi
Spett.le Federalberghi
Spett.le Federterme
Spett.le Assobalneari
Spett.le Federbalneari
Spett.le Anef. ski
Spett.le Anitrav
Spett.le FIPE
Spett.le AGIS
Spett.le ANGEM
Spett.le Fiavet

epc. Spett.le Commissione di Garanzia sullo Sciopero
Roma

Oggetto: dichiarazione di stato d’agitazione per l'intero settore strategico del Turismo e dell'indotto alberghiero, balneare, spettacolo, aeroportuali, trasporto, termale, guide turistiche e accompagnatori, commercio e pubblici esercizi, lavanderie industriali e di ristorazione collettiva.

La FLAICA Uniti CUB dichiara lo stato di agitazione permanente per i lavoratori del settore strategico del turismo.
Abbiamo atteso in vano che il governo prendesse in considerazione tutto il sistema del turismo paese e non solo le aziende del settore. I lavoratori del settore sono in gran parte stagionali, pertanto sono stati colpiti pesantemente del lockdown generale. La stragrande maggioranza di essi non ha avuto nessun accesso ai bonus o sussidi disposti dai Decreti del Consiglio dei Minsitri. Il bonus di € 600,00 è stato erogato solo per un numero residuo di lavoratori con particolari codici Ateco, per gli esclusi nulla è stato previsto.
Dall'introduzione della Naspi in poi, i governi che si sono susseguiti non sono intervenuti per risolvere i danni causati al patrimonio lavorativo che fa grande e rinomato nel mondo questo settore strategico per il paese.
Per questo motivo, la FLAICA Uniti CUB a tutela dei lavoratori del settore, dichiara che se non verranno presi provvedimenti seri per assistere economicamente tutti i lavoratori dei settori in oggetto, si riserverà di dichiarare lo sciopero generale della categoria. Nessun atto di discriminazione salariale e dei diritti dei lavoratori coinvolti del settore sarà più tollerato.

In mancanza dei provvedimenti economici di assistenza auspicati e necessari urgenti, che vadano a tutelare il 100% della platea dei lavoratori stagionali del turismo, la scrivente Vi preannuncia che nell'ultima settimana del mese di giugno (data al momento da confermare) si terrà un presidio dei lavoratori stagionali del turismo davanti alla sede del parlamento italiano a Roma, mettendo a rischio anche la nostra salute se necessario, per protestare contro i mancati provvedimenti di questo governo. Ogni ritardo, non potrà più essere consentito.

Si porgono cordiali saluti.

Milano 27/04/2020

Il Segretario Nazionale FLAICA UNITI CUB
Marcelo Amendola

 

 

 



FaceBook