Esselunga nel 2017 ha incrementato le proprie vendite raggiungendo un fatturato di oltre 7,7 miliardi di euro con un incremento in crescita del 3,1%. L’utile netto raggiunto è stato pari a 305,8 milioni con un aumento di oltre il 38% sul 2016.

Questo risultato però, nasconde la realtà che vivono tutti i giorni le lavoratrici e i lavoratori ai quali Esselunga, con la complicità dei soliti sindacati collaborazionisti, nega i fondamentali diritti sindacali conquistati con anni di lotte.
Mentre l’azienda esulta per i risultati ottenuti, il rovescio della medaglia è che in questi anni, ha imposto ritmi di lavoro sempre più sostenuti con il lavoro domenicale e l’accordo peggiorativo sulle domeniche che comporta un taglio importante degli stipendi.
Inoltre, Esselunga prosegue la propria azione nell’ impedire l’esercizio dei diritti sindacali e democratici da parte delle RSU passate alla Flaica Uniti – CUB che si vedono costrette a ricorrere al Tribunale del Lavoro per vedersi riconosciuti i propri diritti stabiliti da leggi e contratti.
Di conseguenza, ai lavoratori viene impedita la democrazia sindacale e la possibilità di scegliersi i propri rappresentanti nei luoghi di lavoro.

I LAVORATORI DEVONO ORGANIZZARSI IN UN SINDACATO NEL QUALE SIANO VERAMENTE PROTAGONISTI!

Flaica Uniti-CUB Varese
– via Pasubio, 8 - Gallarate

Tel 0331/076413 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Marzo 2018

FaceBook