Autogrill agli arrivi   Aereoporto Milano Linate 

 

Intervista a Michele, delegato FLAICA CUB sospeso 

 

 

Dal luglio del 2016 i lavoratori Autogrill presso l’aeroporto di Linate, organizzati con il sindacato FlaicaUniti – CUB, stanno combattendo una battaglia contro la discriminazione sindacale.
In Autogrill, infatti, non vi è democrazia: è l’azienda, e non i lavoratori, a scegliere quali sindacati devono rappresentare i dipendenti!
Autogrill ha così potuto costruire un sistema contrattuale di comodo con CGIL – CISL – UIL, nonostante la loro scarsa rappresentatività nell’unità produttiva.
Il nostro sindacato ha organizzato l’elezione dei suoi rappresentanti sindacali che l’azienda si è rifiutata di riconoscere, nonostante avessero raccolto il sostegno di più della metà dei dipendenti; oltre tutto abbiamo chiesto di aprire una trattativa su una piattaforma rivendicativa.
Siamo andati in causa e il Tribunale del Lavoro di Milano, il 30 gennaio scorso, ha condannato l’azienda, a trattare con noi, perché siamo l’organizzazione sindacale maggiormente rappresentativa nell’unità produttiva.
L’azienda, da parte sua, ha imbastito una trattativa farsa, durata pochissimi minuti.
Ora, invece, colpendone uno per educarne cento, ha sospeso cautelativamente Michele Carbone uno dei nostri delegati sindacali, che lavora da più di vent’anni a Linate, con motivazioni pretestuose e con la probabile intenzione di licenziarlo!
E’ un provvedimento chiaramente ritorsivo, contro il quale ci opporremo con la lotta e in tutte le sedi opportune!

Per questo oggi scioperiamo e chiediamo ai lavoratori presenti in aeroporto e a i vari viaggiatori e utenti di sostenere la nostra lotta!

Milano, 27.03.2017

 

FaceBook