CUB Trasporti - Sciopero generale 14/11/2014Prosegue l’attacco aziendale al polo manutentivo aeronautico di Fco. Con la complicità dei Sindacati il 03.11.14 altre centinaia di tecnici Az sono licenziati ed espulsi dagli Hangar e dalle Officine.

 


Esiste il rischio concreto che lo stesso trattamento lo subiscano altre centinaia di lavoratori di Alitalia Maintenance System (Officina motori), società da tempo in concordato preventivo e senza fondate prospettive future se non verrà trovata una soluzione che garantisca occupazione e salario per tutti i Lavoratori.

Nel frattempo la politica non vede-non sente-non parla! Anzi, quando parla, avalla le pretese padronali senza neppure provare a mettere in discussione gli accordi aziendal-sindacali che stanno preparando un triste epilogo ai lavoratori, tagliando salari e posti di lavoro.

Gli operai di Fco si sono stancati di essere ricordati dai rappresentanti politici ed dalle istituzioni solo in periodo di elezioni, per poi restare soli e senza alcun supporto quando l’azienda, nonostante la crisi non esista, smantella un settore così strategico com’è quello delle manutenzioni Alitalia, mettendo a repentaglio il futuro di centinaia di famiglie. Tutto questo è inaccettabile, va denunciato, respinto, bisogna cominciare a riconquistare tutto ciò che ci è stato tolto: dalle attività delocalizzate, ai colleghi licenziati, alle professionalità gettate in discarica… fino a riappropriarci del salario e dei diritti scippati!

Per gli operai Az da poco licenziati, è stata brandita la promessa di essere ricollocati in Atitech (società napoletana di manutenzione aeronautica pesante partecipata anche da Alitalia-Cai) interessata ad internalizzare la revisione degli aeroplani di lungo raggio Alitalia da anni svolta presso terzi (Bedek-Isreale).

La Cub-Trasporti ha forti dubbi sia sulla opportunità dell’operazione industriale, sia sulle condizioni normative ed economiche che verranno offerte agli eventuali “neo-assunti”.

La Cub Trasporti ritiene che Alitalia avrebbe dovuto, così come da anni sostiene la scrivente O.S., internalizzare l’attività delle manutenzioni pesanti, cedute da tempo, senza girarla ad Atitech.

L’intervento di Atitech, a nostro avviso, serve solo per imporre un ulteriore abbattimento del costo del lavoro, imponendo decurtazioni salariali e peggioramenti normativi a coloro che nel frattempo sono stati espulsi da Alitalia, peraltro senza dare alcuna garanzia che saranno richiamati in servizio tutti i licenziati.

 

PER FERMARE E RESPINGERE QUESTO ULTERIORE ATTACCO NON C’È ALTERNATIVA ALLA MOBILITAZIONE.


E’ ORA ANCHE DI VOLTARE LE SPALLE ALLE VECCHIE LOGICHE CLIENTELARI SINDACAL-AZIENDALI. Altro che tutela individuale: in tal modo si mette a repentaglio il futuro di molti!
C’è bisogno della rinascita di un movimento dei lavoratori che si mobiliti per rimpossessarsi del proprio futuro senza concedere deleghe in bianco a nessuno. Ognuno deve essere protagonista, deve mettere del suo, altrimenti riusciranno, con la complicità dei soliti sindacati, a renderci sudditi e schiavi.

La Cub Trasporti è disponibile sin da subito, come da sempre, ad organizzare i lavoratori di tutto il polo manutentivo di Fco in servizio e mobilitati, nessuno escluso: serve una vertenza unitaria!

Non restiamo immobili ed in silenzio facendoci scippare le garanzie e le tutele!

 

E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI FAR SENTIRE LA NOSTRA VOCE NON ACCETTEREMO LO SMANTELLAMENTO DELLA DIVISIONE MANUTENZIONE DI FCO, DEI SUoI HANGAR E DELLE SUE OFFICINE


Sciopero Generale 14.11.2014 – 24h
(È VIETATO SCIOPERARE dalle ore 7 alle ore 10 e dalle ore 18 alle ore 21)
Manifestazione P.zza della Repubblica (partenza corteo ore 10,30)


Fc o 11.11.2014 CubTrasporti - ConfederazioneUnitaria di Base Trasporti
Via Cavour 101 00100 Roma - tel . 06.48029250 fax 06.4828857
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cub.it - www.cub-trasporti-fco.it - www.cubvideo.it

 

 

 

FaceBook