ALITALIA/CAI - ROMA - E’ INIZIATO IL PRESIDIO PERMANENTE dei lavoratori AEROPORTUALI dell'ARGOL CONTRO I LICENZIAMENTI, davanti alla mensa centrale, organizzato da CUB Trasporti. Ascolta le ragioni e la rabbia dei lavoratori della ARGOL e di Alitalia/CAI nel servizio di "Piazzapulita".

 

Ascolta le interviste ai lavoratori del presidio da "PIAZZAPULITA"

PRENDI IL VOLANTINO IN FORMATO .zip

 E’ INIZIATO IL PRESIDIO PERMANENTE DEI LAVORATORI AEROPORTUALI DELL’ARGOL CONTRO I LICENZIAMENTI

NON VOLTARTI DALL’ALTRA PARTE PARTECIPA E DIFENDI IL TUO FUTURO.


IL PRESIDIO PERMANENTE  DAVANTI ALLA MENSA CENTRALE PUÒ E DEVE DIVENTARE UN PUNTO DI RIFERIMENTO DI TUTTI I LAVORATORI DELL’AEROPORTO DI FIUMICINO PER LA DIFESA DEL FUTURO DELLA CATEGORIA
IL 20 Dicembre è iniziato il presidio permanente dei dipendenti dell’Argol, addetti a Fiumicino alla logistica/movimentazione del materiale aeronautico negli hangar/officine/linea tecnica dell’Alitalia-Cai presso la Divisione Manutenzioni.
Il presidio permanente è stato indetto, dopo il primo sciopero del 16.12.2011 partecipato anche dal personale delle pulizie, per rilanciare la lotta dei lavoratori dell’Argol contro i licenziamenti, determinati dal rifiuto di Alitalia-Cai di “assorbirli” COME STABILITO DALLA CLAUSOLA AEROPORTUALE DI SALVAGUARDIA SOCIALE: la Compagnia ha deciso di troncare l’appalto in questione e di “internalizzare” l’attività assumendo precari per sostituire lavoratori che, appalto-dopo-appalto, sono in servizio dal ‘94.
Dunque ancora una lotta contro il disastro sociale iniziato dal 2008:
l’annuncio dei licenziamenti di tutti i lavoratori dell’Argol segue di soli pochi giorni quello del taglio del 40% per i dipendenti della societàà di pulizie dei locali di Fiumicino e Magliana, a fronte della decisione di Sabelli&Colaninno di peggiorare, in nome di un pareggio di bilancio che vogliono raggiungere (…peraltro senza riuscirci!) con il “sacrificio” dei lavoratori, anche le condizioni igienico-sanitarie dei luoghi di lavoro dei dipendenti Alitalia.
FERMIAMO LA MACELLERIA SOCIALE A FIUMICINO
E’ chiaro che dopo lo sciopero del 16.12.2011, i lavoratori dell’Argol avvieranno una serie di iniziative di lotta per dare forza e visibilità ad una difficile vertenza che in molti vogliono nascondere: paradossale in tal senso il silenzio del Ministro dei Trasporti, della Presidente della Regione Lazio, del Presidente della Provincia di Roma e del Sindaco di Roma rimasti finora immobili e sordi ai molteplici appelli dei lavoratori.
La vertenza dei lavoratori dell’Argol e quella dei lavoratori delle pulizie   sono emblematiche per la difesa del futuro di TUTTI I LAVORATORI DELL’AEROPORTO DI FIUMICINO.
Dopo il disastro sociale del 2008, seguiranno molti altri “sacrifici” per TUTTI se non si imporrà il rispetto della clausola salvaguardia sociale e finalmente si respingeranno i licenziamenti, i tagli ai salari ed il peggioramento delle condizioni che gli “investitori” pretendono di scaricare sui lavoratori pur di tutelare i loro profitti!
Troppi sono stati i lavoratori dell’Alitalia-Cai che hanno finto di non sapere e di non capire le ragioni dello sciopero del 16.12.2011.
E’ necessario ed importante che le future mobilitazioni siano partecipate anche dai dipendenti di Alitalia-Cai…e altri!
NON SOLO IN NOME DI UN SACROSANTO PRINCIPIO DI SOLIDARIETÀ
La vicenda dell’Argol è il preludio della cessione dell’intera Logistica AZ e dello smantellamento (…in atto da tempo!) delle manutenzioni nonchè dell’ulteriore ridimensionamento della compagnia, prima che la cordata italiana si dilegui…
E’ URGENTE E NECESSARIO CHE CGIL, CISL, UIL, UGL
NON RESTINO IMMOBILI ED IN SILENZIO

L’IMMOBILISMO NON TUTELA IL FUTURO DEI LAVORATORI AEROPORTUALI
QUESTA È LA LOTTA DI TUTTI I LAVORATORI DELL’AEROPORTO DI FIUMICINO
IL PRESIDIO PERMANENTE  DEI LAVORATORI AEROPORTUALI ARGOL
DAVANTI ALLA MENSA CENTRALE

PUÒ E DEVE DIVENTARE
UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER RILANCIARE LA MOBILITAZIONE E
DIFENDERE IL FUTURO DEI LAVORATORI DELL’AEROPORTO DI FCO
E’ urgente e necessario che i lavoratori si impegnino a rilanciare la lotta e rifiutino le iniziative di boicottaggio in atto nei confronti di chi lotta per difendere il proprio futuro: da subito si rifiutino le richieste di krumiraggio che Alitalia-Cai effettua puntualmente per sabotare le lotte dei lavoratori, visto che rappresentano un’infamia indelebile per chi le propone e le accetta.
Presto annunceremo manifestazioni davanti alla Regione Lazio, Provincia e Comune di Roma nonché organizzeremo iniziative in aeroporto a sostegno della lotta dei lavoratori della Argol.

Non voltarti dall’altra parte!
Sostieni e partecipa alla lotta dei lavoratori


Fiumicino 21 Dicembre 2011    

CUB Trasporti
 Via Cavour, 101 – 00184 Roma –Metro B Cavour

06.48029250 -  Fax  06.4828857
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
- www.cub.it – www.cubregionelazio.it

 

 

 

FaceBook