gli operativi non possono scioperare nelle fasce 7-10 / 18-21

I COMANDATI DOVRANNO EFFETTUARE LE SOLE ATTIVITÀ GARANTITE

MANIFESTAZIONE DAVANTI AL MINISTERO DEI TRASPORTI
PIAZZA DI PORTA PIA A ROMA – DALLE ORE 10,30


SONO DISPONIBILI DEI PULLMAN DALL’AEROPORTO DI FIUMICINO A PIAZZA DI PORTA PIA
ORE 10 - PARTENZA DA VARCO 5 – VARCO DMO – T3 PARTENZE
ORE 14 - RITORNO IN AEROPORTO

IL GOVERNO DEI MIGLIORI E LA MUSICA DI SEMPRE:
APPROSSIMAZIONE, IRRESPONSABILITÀ E ATTACCO AI LAVORATORI

 Il Governo dei Migliori non fa certo cose straordinarie: come i precedenti se ne guarda bene  dall’intervenire per riordinare il settore ed imporre regole di sistema che impediscano ai vettori low-cost di fare il bello e cattivo tempo, ipotecando qualsiasi ipotesi di rilancio della Compagnia di Bandiera italiana e delle altre compagnie aeree “nostrane” in crisi, nonché puntando ad un sistematico abbattimento delle tariffe dei servizi aeroportuali, a scapito anche dei lavoratori del settore.
Draghi&Co non intervengono per evitare la crescente precarizzazione negli aeroporti, il dilagare delle cooperative, il susseguirsi degli appalti a perdere, il bancomat della cigs, né si adoperano per impedire che si continui ad attuare le fallimentari privatizzazioni degli aeroporti e che decolli la mattanza dei licenziamenti prima della ripartenza del settore: ormai è chiaro che il Premier ed il suo Governo non hanno alcuna volontà di tutelare né gli interessi dei cittadini del nostro Paese, né il futuro di decine di migliaia di lavoratori del comparto aereo-aeroportuale e del suo indotto.


DOPO LO SCHIAFFO SUI LICENZIAMENTI, IL MIRACOLO AL CONTRARIO SU ALITALIA:
TAGLIO DEGLI ORGANICI, RIDIMENSIONAMENTO E SMEMBRAMENTO


A quanto pare al Super-Mario , detto il Migliore dei Migliori , non basta aver rifilato, insieme a Confindustria, lo schiaffo ai lavoratori sbloccando i licenziamenti (…una irresponsabile scelta che Landini&Co sono riusciti pure ad avallare!) ma vuole infierire anche sul comparto del trasporto aereo-aeroportuale-indotto.
Su Alitalia Man-Draghi , mentre incassa il favore e le congratulazioni di parte del mondo della politica, tenta di portare a compimento un progetto che parte da lontano e che mira a ridimensionare e smembrare ciò che resta della Compagnia di Bandiera, licenziando migliaia di dipendenti diretti ed indiretti: CE LA METTE TUTTA PER FAR DECOLLARE ITA, COMPIENDO IL PRIMO PASSO VERSO LA CHIUSURA DI ALITALIA, UBBIDENDO AI DIKTAT DELLA UE.


Ai lavoratori dell’intero comparto non resta che UNIRSI PER DIFENDERE IL PROPRIO FUTURO:
SCIOPERA IL 6 LUGLIO 2021 – 24 h
MANIFESTA AL MINISTERO DEI TRASPORTI – ORE 10,30


4 Luglio 2021 Cub Trasporti - AirCrewCommittee


COMPARTO AEREO-AEROPORTUALE-INDOTTO DRAGHI ED IL “MIRACOLO” AL CONTRARIO:
ABBANDONA AL PROPRIO DESTINO IL SETTORE E DIMEZZA L’ALITALIA, LICENZIA I LAVORATORI E POLVERIZZA LA COMPAGNIA DI BANDIERA

FaceBook