➔ IL 26.3.2021 – ORE 11,00 – A FIUMICINO- T3 ARRIVI PER DIFENDERE IL NOSTRO STIPENDIO - ALLE 17,00 ASSEMBLEA  ZOOM 
➔ IL 30.3.2021 – ORE 10,00 – AL MISE PER DIFENDERE IL NOSTRO FUTURO
La drammatizzazione in atto in Alitalia non promette nulla di buono: è un film già visto e preannuncia un epilogo inaccettabile che i lavoratori devono respingere UNITARIAMENTE e senza tentennamenti.
La conferma di questa mattina che per il mese di marzo 2021 l’erogazione degli stipendi resta incerta, peraltro giunta solo pochi giorni dopo la comunicazione della sospensione dell’anticipo della cigs, è un vero e proprio affronto per la categoria che spalanca il baratro per circa 11.000 famiglie.

 

Entra nella riunione in Zoom https://us02web.zoom.us/j/87090509887?pwd=cmcxR2pVS2dyUUVUZ2hQS1hmZzF1QT09

ID riunione: 870 9050 9887
Passcode: 975197

Link 


La Cub Trasporti, Acc condividendo la decisione di Cgil, Cisl,Uil, Ugl di proclamare un immediato presidio a Fiumicino, nel tentativo di favorire l’unità dei lavoratori, hanno deciso di chiamare a raccolta l’intera categoria nello stesso luogo e nello stesso orario: i lavoratori tutti hanno il dovere ed il bisogno di levare con VOCE UNICA il proprio grido di allarme, come anche auspicato dal Sindaco di Fiumicino e dall’intero Consiglio comunale di Fco che invitiamo a partecipare.


E’ con tale spirito che auspichiamo che anche la manifestazione del 30.3.2021 al Mise, a fronte dell’aggravarsi della situazione, possa essere partecipata da tutte le sigle presenti in Alitalia (…comprese Cgil,Cisl,Uil, Ugl che avevano espresso riserve sulle mobilitazioni in zona rossa) e da tutta la categoria, riunificando Piloti, Assistenti di Volo e personale di Terra, per difendere con forza e determinazione il futuro di circa 11.000 dipendenti AZ e di oltre 20.000 lavoratori dell’indotto, nonché l’unicità della Compagnia di Bandiera, contro ogni ipotesi di ridimensionamento.
Il Governo Draghi ha il dovere di cambiare rotta e di respingere l’arroganza con cui la Vestager cerca di imporre regole asimmetriche che danneggiano il futuro di Alitalia e gli interessi collettivi nel nostro Paese, favorendo il saccheggio del mercato del Trasporto Aereo italiano da parte della concorrenza. E’ inaccettabile che il Governo italiano si faccia addirittura bloccare 70 mln € di ristori Covid, quando la stessa UE non ha battuto ciglio a quasi 20 MLD € concessi a LH, AF-KLM, ecc.


Alitalia è la prima grande vertenza che Draghi si accinge ad affrontare: è necessario che l’intera categoria imponga al Premier di partire con il piede giusto e di confermare la nazionalizzazione della Compagnia di Bandiera, dato che né Alitalia, né l’Italia possono essere vendute a pezzi e lasciate alla mercè degli appetiti dei prenditori nostrani e stranieri.


UNA SOLA VOCE SI LEVA DALLA CATEGORIA:


➔ GIÙ LE MANI DAI NOSTRI STIPENDI
➔ GIÙ LE MANI DAL NOSTRO FUTURO


23.3.2021 CUB TRASPORTI – AIRCREWCOMMITTEE 

---------------------------------

ALITALIA. “E’ IL MOMENTO DI INSORGERE”. ASSEMBLEA APERTA INDETTA DA CUB E ACC

Milano, 25 marzo 2021 – CUB E ACC hanno organizzato per domani, 26 marzo alle H 17:30, un’assemblea online aperta tutti per discutere e organizzare la mobilitazione sul futuro di Alitalia.

Interverranno:

Ugo Arrigo, Prof. Bicocca

Bruno Astorre, Com. Trasp. Sen.-PD

Gregorio De Falco, Com. Trasp. Sen. - MAIE centro Dem.

Francesca Donato, Dep. UE -Lega

Stefano Fassina, Dep. Com. Bilancio - LEU

Gaetano Intrieri, Prof. Sapienza

Giulia Lupo, Comm. Trasp. Sen -M5S

Esterino Montino, Sindaco di Fco


Invitati Usb, Navaid


Per partecipare accesso  contattare il n. 345 4954243

 

Leggi articolo on line di Agrinews

Alitalia, decolla la mobilitazione, presidio il 26 marzo. CUB: occorre levare una voce unica
Ecco le date delle proteste: la prima è un presidio il 26 marzo alle H 10:30 a Fiumicino – T3 partenze. Nel pomeriggio del 26 marzo alle 17:00 un’assemblea online per manifestazione del 30 marzo a Roma, alle H 10:00 al Ministero dello Sviluppo Economico.

 

 

 

FaceBook