Giovedi 28 gennaio diretta FB CUB in vista della prossima udienza del processo per il disastro ferroviario di Pioltello, LINK

 

 DISASTRO DI PIOLTELLO. LUNEDI’ 1 FEBBRAIO, ALLE H 10.00, PRESIDIO DELLA CUB ALLA NUOVA UDIENZA SUL DISASTRO FERROVIARIO


– In vista della prossima udienza del processo per il disastro ferroviario di Pioltello, prevista per lunedì 1 febbraio, la CUB organizza un presidio alle h 10.00 presso il Tribunale Aula CORAL, Viale Scarampo 2 Ingresso 5, Fiera Milano City.

La CUB è presente come parte civile per il deragliamento avvenuto il 25 gennaio 2018, in cui morirono tre persone e diverse decine rimasero ferite. Nell’udienza del 1 febbraio è attesa la decisione della Corte sull’ammissione o meno di tutte le parti sindacali (CUB; Orsa; Cgil) che si sono costituite parti civili. Il PM nella precedente udienza di dicembre ne aveva chiesto l’esclusione sostenendo che avrebbero dovuto presenziare solo le parti lese.

“E’ una richiesta anomala – sottolinea l’avvocato Gabriele DALLE LUCHE, che sostiene la CUB e segue anche il processo per la strage di Viareggio – considerato che si tratta di un incidente sul lavoro ed è un processo che si fonda su responsabilità di tipo colposo".

Severo anche il commento di Walter MONTAGNOLI, segretaria nazionale CUB: “In questo processo ci sono molte forze in campo ed è chiaro il tentativo del PM: far parlare il meno possibile di questo processo e limitarne i protagonisti. Ma oltre ad essere allibiti per la richiesta del PM, siamo allibiti per la decisione del giudice che nella scorsa udienza aveva espulso dall'aula tutti i giornalisti presenti”.

La CUB, dopo le perizie realizzate da tecnici competenti e dagli stessi ferrovieri che lavorano sulla tratta, precisa come sia avvenuto il deragliamento: “E’ stata la rottura del fungo della rotaia proprio nel punto in cui le due sezioni sono tenute insieme dal giunto. Per evitare la rottura bisogna sottoporre i materiali ad accurati cicli di manutenzione – si legge in uno dei documenti redatti dalla CUB - e sottoporre le rotaie a ispezione regolari e periodiche”.

Milano, 26 gennaio 2021

 

 

 

 

 

FaceBook