Gentile Dott.ssa V. Capone, l’attuale crisi, determinata

dalla pandemia, tutt’altro che conclusasi, ha evidenziato i limiti esistenti dell’attuale sistema degli ammortizzatori sociali, farraginoso e disomogeneo, causa di pesanti ricadute in termine di ritardi nell’erogazione, nonché di inique differenziazioni economiche delle prestazioni stesse.


La Cub ritiene urgente e necessario affrontare una approfondita analisi ed un confronto sulle urgenti modifiche da apportare alle norme in essere, mirate alla definizione di un unico ammortizzatore
sociale, le cui prestazioni, adeguatamente incrementate, consentano un sostegno equo e reale per i lavoratori e per le loro famiglie, in modo da superare la attuale fase di crisi congiunturale.


In relazione a tale questione è altrettanto urgente ed importante avviare il confronto sul prolungamento del blocco dei licenziamenti che non può essere assolutamente revocato, né alleggerito in questa fase, pena ricadute sociali disastrose sul nostro Paese.


La delicatezza delle questioni citate e l’importanza delle stesse, necessitano di un urgente allargamento del confronto che non può continuare ad escludere la scrivente Confederazione.


Restando in attesa di un cortese riscontro, si inviano

Roma 8.1.2021


Distinti Saluti
Segretario Nazionale Cub
Marcelo Amendola



Confederazione Unitaria di Base
Viale Lombardia 20 – 20132 Milano –02.70631804 – 02.76960856 Fax 02.70602409

– pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Scarica la lettera al Ministero Lavoro 

comunicazione indirizzata a:
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Ministro N. Catalfo
Capo di Gabinetto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali
Dott.ssa V. Capone
pec – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FaceBook