COMPAGNIA UNICA E PUBBLICA
- NO LICENZIAMENTI - NO SMEMBRAMENTI


Per l’avvio della New-Co AZ si naviga in alto mare ma la rotta del Governo va immediatamente corretta, per evitare che il Piano AZ sancisca ridimensionamento e smembramento della Compagnia, nonché licenziamenti, sprecando il maxi-investimento pubblico approvato.

Le indiscrezioni sulla mini-Alitalia delineata nel documento inviato alla UE, peraltro non smentito dai Ministri dei Trasporti e dello Sviluppo Economico, lasciano presagire che si stia confezionando un “bocconcino” per chi vorrà mettere le mani sul ricco mercato del Trasporto Aereo italiano (...LH).
Patuanelli e De Micheli scongiurano gli esuberi ma a fronte di una flotta ridottissima tentano di nascondere la loro intenzione di lasciare qualche migliaio di lavoratori nella bad-Company, ipotecando il futuro occupazionale di oltre 3500 dipendenti AZ, replicando quanto successo nel 2008, con tanto di illusori impegni istituzionali al ripescaggio (...mai avvenuto!) dei lavoratori rimasti nella società commissariata.

La Cub Trasporti ed AirCrewCommittee ritengono doveroso ed urgente che il Governo scopra le carte ed apra un confronto con i lavoratori, rinunciando a prendere tempo con il solito susseguirsi di annunci e
smentite, in attesa di scodellare all’ultimo istante, soluzioni indigeribili per la categoria, con il già vissuto ricatto del “prendere o lasciare”.
È doveroso che i Ministri Patuanelli e De Micheli con serietà e trasparenza aprano il confronto con la categoria: la stessa che ha respinto nel 2017 l’ennesimo accordo della miseria, sventando la liquidazione di Alitalia e la sua cessione a Lufthansa, come avevano tentato di imporre Gentiloni-CalendaDelrio.

È bene che l’attuale Governo chiarisca, prima di assumere impegni con la UE, quali siano i reali programmi che si intendono attuare e se le ingenti risorse pubbliche annunciate per la nazionalizzazione servano per programmare un vero rilancio e per ricostruire la Compagnia di Bandiera italiana, piuttosto che per preparare il piatto per Lufthansa.
Non è accettabile che il Governo, dopo aver finalmente deciso di nazionalizzare Alitalia, resti in silenzio e demandi le comunicazioni a stringati e contraddittori comunicati stampa.

È urgente sapere quali progetti esistano su: Assetto Societario e Organici; Contratti, Alleanze; Flotta; Network.
È DEL TUTTO EVIDENTE CHE I LAVORATORI DEBBANO RIPRENDERE AL PIÙ PRESTO L’INIZIATIVA:

È NEL SILENZIO DEL TORRIDO AGOSTO CHE ASSUMERANNO MOLTE DECISIONI INCONTRIAMOCI E PARLIAMONE

24.7.2020
Cub Trasporti
AirCrewCommittee

        Scarica documento pdf

 
 
 
 
 
 
 
FaceBook