A tre mesi dalla sospensione lavorativa i lavoratori della società National Cleanness srl, che opera presso Malpensa, non ricevono nessun sussidio.



Inoltre nessuna comunicazione viene fatta ai dipendenti da parte della direzione aziendale che attesti l’invio all’Inps (sr41) delle richieste di pagamento, con il risultato che i lavoratori neppure possono verificare quando arriverà il sussidio.

Ricordiamo che la National Cleanness srl opera la pulizia aerei su appalto delle società di handling (Airport e Aviapartner) e che il 9 marzo scorso le altre OO.SS hanno sottoscritto un accordo per la FIS (fondo integrazione salariale) che, seppur il fondo preveda espressamente l’anticipo del sussidio da parte aziendale, lo ha escluso.

Siamo quindi all’assurdo: lavoratori che operano su appalto di società che a loro non anticipano la cassa integrazione, lavoratori che dovrebbero ricevere un sussidio ma gli viene negato da accordi sindacali, e con l’azienda che nega qualsiasi documentazione inoltrata all’Inps.

O questa situazione, simile a tante altre, non si sblocca velocemente o inevitabilmente dovremo organizzare manifestazioni presso le sedi aziendali anche delle committenti ed all’Inps di Varese.

Gallarate, 1/6/2020

CUB-Trasporti Linate Malpensa

Articolo pubblicato da Malpensa24



http://www.cublinatemalpensa.it/

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 




          National-Cleanness-srl-senza-sussidio.pdf

 

FaceBook