Presidenza del Consiglio dei Ministri
Ministero dei Trasporti
ANSF -- Imprese Ferroviarie tutte Commissione di Garanzia l.146/90
Osservatorio sui conflitti sindacali nei trasporti presso MIT

OGGETTO: Proclamazione di sciopero di 8 ore nel trasporto ferroviario, viaggiatori e merci, per personale aziende comparto ferroviario nazionale, ex art.2.7 l.146/90

NORME TECNICHE SCIOPERO

Una stazione di Milano durante lo sciopero del 7 febbraio 2020 

Apertura procedure di raffreddamento per tutto il personale appartenente ad  aziende che operano nel trasporto ferroviario, viaggiatori e merci 

L’incidente ferroviario odierno al bivio Livraga è di una gravità intollerabile, per il costo di vite implicato - “solo” due lavoratori ma potenzialmente una tragedia immane con  il coinvolgimento di viaggiatori e popolazione esterna alla sede ferroviaria;
perché ha riguardato il trasporto AV ovvero dove più si sono concentrate le attenzioni e le energie della politica dei trasporti a scapito degli altri settori -con un risultato evidentemente fallimentare- e dove le alte velocità di esercizio costituiscono un moltiplicatore terrificante delle magnitudine delle conseguenze;

perché la ripetizione di tali incidenti mette capo a tutto il sistema della lavorazione che vi sta dietro: organizzazione del lavoro, prevenzione, standard, procedure, etc

Si proclama pertanto uno sciopero immediato di 8h per il giorno 7 febbraio 2020, dalle 9,00 alle  17,00 di tutto il personale delle aziende, viaggiatori e merci, ex art.2.7 l.146/90. Seguiranno a breve modalità di attuazione.
Si attivano inoltre le procedure di raffreddamento sul tema della sicurezza sistemica nel trasporto ferroviario nei confronti di tutte le imprese del comparto del trasporto ferroviario merci e viaggiatori. Le procedure inoltre sono aperte per la vertenza del rinnovo CCNL di settore mobilità e Attività ferroviarie, dal momento che evidenti sono i legami di questo tema col precedente.

Con quanto sopra (sciopero immediato e stato di agitazione) si intende con ciò coinvolgere nelle loro responsabilità lo stesso sistema delle proprietà nonché quello delle regole e dei controlli che fa capo all’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria e al Ministero delle Infrastrutture

Roma, 6 febbraio 2020

  CUB Trasporti - Confederazione Unitaria di Base
Via Ponzio Cominio 56, 00175 Roma
Tel. 0676968412 - 0676960856 Fax 0676983007
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Scarica documento su sciopero FS

Norme Tecniche sciopero PDF

 

 

INCIDENTE FERROVIARIO FRECCIAROSSA MILANO-BOLOGNA

È di questa mattina la cronaca di un'altra tragedia ferroviaria avvenuta nel Lodigiano sulla tratta Milano – Bologna con il suo carico di morte e feriti.
Il bilancio è ancora provvisorio e destinato ad aggravarsi ma è già insostenibile: deceduti i 2 macchinisti e decine di feriti tra i passeggeri. È auspicabile che l'indagine della magistratura faccia il suo corso nei tempi più brevi possibili svelando, senza indugio, le cause tecniche e le responsabilità.
Certo è che emerge in modo chiaro ed inequivocabile l'urgenza di un vero e proprio piano di  investimenti per mettere in sicurezza l'intera rete ferroviaria.
È inaccettabile lo stillicidio di tragedie ferroviarie che si sono registrate negli ultimi anni e che si verificano con regolare cadenza.
Lo stato di degrado dell'intero sistema dei trasporti italiani manifesta le gravi responsabilità politiche dei Governi che si sono succeduti che non hanno certo mirato a garantire investimenti adeguati ad assicurare la sicurezza e la tutela collettiva ma solo aumentare i ritmi di lavoro, peggiorando in taluni casi anche la qualità del servizio.
La Cub, proclamando uno sciopero dell'intero comparto ferroviario a tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, che allo stato si comprova essere messa a repentaglio, invita il Governo ad avviare un intervento concreto per la messa in sicurezza del comparto ferroviario, coinvolgendo tutte le parti lese (lavoratori ed utenza) anche attraverso un’inchiesta parlamentare sulle ragioni e responsabilità che hanno determinato questa ennesima tragedia e le innumerevoli che si sono prodotte nel recente passato.

Segreteria Nazionale  CUB 


Milano 06.02.2020

Scarica il comunicato in pdf 

Link giornale online FIRENZE TODAY

FaceBook