Siamo a 4 giorni dall’inizio del bridge. Dopo diversi incontri non è ancora trapelato nulla sulle condizioni economiche dei lavoratori di Airport.

Da un lato l’azienda, che vuole utilizzare il welfare su sei mesi dando soldi a chi garantirà poche assenze per malattie e soprattutto nei tre mesi di trasferimento dei voli da Linate. Come se la salute dipendesse dalla volontà del lavoratore e con il rischio di spingerlo ad andare a lavorare anche se malato con il rischio di pregiudicare la guarigione. Dall’altro i confederali, che invece vogliono utilizzare il meccanismo di Sea, e cioè quello di dare un gettone presenza per ogni giorno di Bridge, ma di soli 5 euro anziché i 15 di Sea.
Al momento non è dato sapere come finirà, ma di una cosa siamo sicuri: si vuole utilizzare in modo illegittimo, anche in questo caso, il sistema del welfare per dare pochi soldi, non versare i contributi e non pagare le tasse.
Un "fuori busta" legalizzato!
Tutti cercano di far passare la logica che il Bridge è un fatto eccezionale e che quindi per il bene collettivo si deve far in modo che tutto fili liscio.
Con questa logica si cercherà di far accettare turnazioni impossibili, straordinari obbligatori ed il mancato rispetto delle regole su orari e pause di lavoro.
- I lavoratori di Linate dovranno accettare le ore di viaggio trasformando, nei fatti, la loro giornata lavorativa in 11 ore e più al giorno.
- I lavoratori di Malpensa, invece, dovranno rendersi disponibili ad orari impossibili per sostituire i Lavoratori di Linate in caso di ritardi e disfunzioni aziendali.
A NOI SEMBRA CHE IL BRIDGE, ANZICHE’ ESSERE UN FATTO ECCEZIONALE E’ LA PROVA GENERALE DI QUELLO CHE SI PREVEDE SUCCEDERA’ A MALPENSA NEI PROSSIMI ANNI.
PENSARE DI RISOLVERE IL TUTTO CON QUATTRO SOLDI "FUORI BUSTA" TRALASCIANDO TUTTI I PROBLEMI QUOTIDIANI NON VA BENE.

Cub Trasporti Lombardia
– 347/7173746
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
www.facebook.com/apt.malpensa.linate/


     Pochi-sporchi-e-fuori-busta-airport-handling.pdf

 

FaceBook